scarica l'app
MENU
Chiudi
15/12/2019

Sabato di sole ma la città è chiusa (per il venerdì di pioggia): ira della gente

Corriere della Sera - Arzilli e Pelati

Cimiteri e parchi In serata nuova ordinanza: riaprire tutto
Parchi, ville e cimiteri chiusi nella giornata di sole di ieri hanno scatenato vivaci proteste da parte dei cittadini. In serata è poi giunta la nuova ordinanza di Raggi per la riapertura a partire da oggi alle 6. «Mancano gli appalti per gli alberi» denuncia l'assessore del II Municipio Rino Fabiano. a pagina 4

Il sole pieno e (quasi) primaverile di ieri con i parchi, le ville e i cimiteri chiusi dall'ordinanza della sindaca Raggi per maltempo ha scatenato le proteste dei romani al punto che ieri sera è giunta la nuova ordinanza di riapertura per oggi. Un provvedimento in extremis per non alimentare rabbia e delusione dilagate già venerdì per la chiusura delle scuole, quando la giornata è stata caratterizzata da poca pioggia e qualche raffica di vento.


«Abbiamo riscontrato meno problemi di un anno fa quando si era prevista la stessa allerta meteo», fanno sapere dal dipartimento Ambiente dove hanno lavorato incessantemente al Coc (Centro operativo comunale) con la polizia locale e i municipi.


Ma ieri, vista la bella giornata e l'arrivo delle vacanze di Natale, in molti sono andati nei cimiteri del Verano e di Prima Porta. E Raggi in serata ha ordinato la «riapertura di giardini, parchi, ville storiche e cimiteri» a partire dalle 6 d i oggi.


Ieri i vigili del fuoco hanno annunciato che gli interventi sono stati in due giorni circa 350 «di cui l'80% per caduta alberi, rami pericolanti, tegole, pali pubblici e infiltrazioni d'acqua. Il restante 20% per soccorsi ordinari. Le zone più colpite dalle condizioni meteorologiche sono state Anzio, Pomezia, Ostia e zona dei Castelli». Ma se il maltempo è stato clemente, le polemiche non si sono placate. «Il Comune ha mostrato ancora una volta la schizofrenica e la grottesca gestione della città - attacca Rino Fabiano, assessore all'Ambiente del II Municipio. - Si dovrebbe invece intervenire con urgenza per le potature e la manutenzione degli alberi per i quali non ci sono ancora gli appalti». Fabiano ha ricevuto le proteste del Comitato di Villa Leopardi che ieri ha trovato i cancelli sbarrati dove ci sarebbe dovuta essere una festa con bambini e anziani. «I controlli del Comune sono lenti perché ci sono pochi uomini e mezzi al Servizio giardini», denuncia Fabiano.


Intanto negli uffici del Campidoglio si lavora per rispondere all'ordinanza regionale sull'emergenza rifiuti, per la quale si sta preparando anche il ricorso al Tar. Il nodo principale ancora non sciolto da Raggi riguarda la chiusura della discarica di Colleferro il 15 gennaio prossimo, un fatto che provocherà un problema per due terzi dei rifiuti indifferenziati se non si troverà un nuovo sbocco. Raggi vorrebbe la proroga di Colleferro. «Sono pronto con un'ordinanza di chiusura per motivi igienico-sanitari - fa sapere Pierluigi Sanna, sindaco di Colleferro -. Il provvedimento non è impugnabile al Tar». Oggi arriverà la relazione tecnica della responsabile regionale dei rifiuti, Flaminia Tosini, sul tavolo del governatore Zingaretti. Tra domani e martedì se non si riattiva il dialogo, scatterà il commissariamento per la sindaca Raggi.


Andrea Arzilli
Manuela Pelati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La vicenda

Giovedì sera Raggi emette ordinanza per la chiusura delle scuole, ville parchi e cimiteri fino a lunedì

Ieri dopo la giornata di sole e le proteste dei cittadini, la sindaca ha ordinato
di riaprire
dalle 6 di oggi


Foto:

Verano Ieri mattina in molti si sono recati al cimitero per far visita ai propri cari: hanno trovato il cancello chiuso (Ansa/Percossi)


Foto:

Il cancello chiuso di Villa Fiorelli, a San Giovanni (foto Percossi/Ansa)

I cartelli all'ingresso del cimitero del Verano con l'avvertimento della chiusura