scarica l'app
MENU
Chiudi
28/04/2020

Rsa Paoli Puccetti e Perla, accordo con Asl Adesso sono strutture per pazienti Covid

Il Tirreno

Firmato anche il patto tra sindacati e cooperativa La Salute per la salvaguardia degli operatori della residenza di Gallicano
LUCCAPaoli Puccetti e La Perla trasformate in strutture Covid. Siglato l'accordo con l'Asl. Le due residenze sanitarie del territorio (uno a Gallicano, una a Capannori) in cui si sono registrati numerosi casi di positività al Covid, sono ufficialmente strutture gestite dall'Asl per la gestione sul territorio dei pazienti Covid. La novità ha ovviamente delle conseguenze anche per il personale che vi è impegnato. Questa la situazione alla Paoli Puccetti: «Il 23 aprile - scrive Michele Massari della Cgil - è stato sottoscritto un accordo con la cooperativa La Salute per il personale in forza presso la Rsa Paoli Puccetti che la cooperativa gestisce in appalto Asl a Gallicano, la struttura, è stata trasformata dalla Asl in reparto di accoglienza Covid - 19 positivi, con evidenti implicazioni operative per il personale in servizio, peraltro in parte coinvolto in episodi di positività. Sulla questione si è immediatamente aperto un confronto con la cooperativa La Salute che ha portato a un risultato inedito nel settore degli appalti e che ci lascia soddisfatti. L'accordo prevede in primo luogo la salvaguardia occupazionale e di permanenza in sede per tutto il personale presso la struttura; le garanzie in merito alla sicurezza sul lavoro degli operatori e degli stessi ospiti in ordine alla nuova destinazione della Rsa e alle precise disposizioni da adottare in strutture Covid; l'introduzione di un premio retributivo a favore delle operatrici che ricalca quanto stabilito per il personale pubblico sanitario dalla regione Toscana. Un riconoscimento importante, non solo sul piano economico, del ruolo e dell'impegno del personale impiegato negli appalti da parte delle cooperative sociali». In concomitanza con l'accordo per la Paoli Puccetti è stato firmato anche l'accordo di assegno di integrazione salariale (cassa integrazione) per alcune professionalità che nelle varie strutture a livello provinciale gestite dalla cooperativa in questa fase non possono lavorare per il rispetto delle norme di emergenza Covid (centri diurni). Sulla vicenda della Paoli Puccetti è in corso un'indagine della procura. Altre indagini potrebbero coinvolgere anche altre Rsa del territorio in cui si sonno verificati contagi e decessi tra gli ospiti.Non sempre però le cose filano lisce: «Purtroppo - prosegue Massari - dobbiamo rilevare anche qualche negatività. Nella struttura di Campo di Marte, gestita dalla cooperativa Elleuno con sede a Casale Monferrato, nonostante le nostre richieste, l'impegno e la competenza del personale abbiamo dovuto registrare l'indisponibilità della cooperativa a sottoscrivere un accordo analogo. Nei prossimi giorni torneremo ad avanzare proposte precise alla Elleuno». Intanto anche la Rsa la Perla ha sottoscritto l'accordo con l'Asl che ha una valenza retroattivo (7 aprile) dato che già da quel periodo personale dell'azienda sanitaria è impegnato nella struttura i cui ospiti (15, tutti positivi) a quanto risulta sono in condizioni buone e stabili. --