scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/02/2021

Ristori, via al bando da 18,3 milioni

Il Giornale di Vicenza

REGIONE E UNIONCAMERE. L'accettazione delle domande on line scatterà mercoledì alle 10, fino a esaurimento risorse
Per le imprese delle filiere eventi spettacolo, ambulanti e parchi
Sarà pubblicato mercoledì, 10 febbraio, il bando della Regione e di Unioncamere che dà il via libera ai ristori per le imprese venete delle filiere più colpite dalle restrizioni imposte dal Covid-19. «Questa è la nostra risposta alla richiesta di aiuto dei settori più in difficoltà», commenta in una nota l'assessore Roberto Marcato: «Mettiamo sul piatto oltre 18 milioni per aiutare le categorie che sono state messe in ginocchio dalla seconda ondata. Sono fatti, non parole: diamo aiuti concreti in particolare agli operatori di certi settori, che sono in ginocchio a causa delle chiusure forzate dai vari provvedimenti degli ultimi mesi. Ci sono imprese che non aprono da un anno e non possiamo permetterci di perderle». La Regione mette a disposizione 17,4 milioni a cui si aggiunge 1 milione di Unioncamere a cui, grazie ad un accordo di programma, è affidata la gestione operativa del bando. «Ringrazio la Regione e l'assessore Roberto Marcato - aggiunge Mario Pozza, presidente Unioncamere Veneto - per la collaborazione ed il lavoro di squadra svolto in questi mesi per garantire alle imprese la certezza degli aiuti. Il bando conferma l'importanza del ruolo del sistema camerale che permette ai provvedimenti di arrivare in modo rapido alle imprese».I DESTINATARI. La misura è dedicata ad aziende iscritte al Registro delle imprese con una sede operativa attiva in Veneto e che fanno parte di questi settori: filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie, etc.); ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi (cosiddetti fieristi); filiera trasporti persone; filiera sport, intrattenimento, parchi divertimento e tematici (incluse le attività dello spettacolo viaggiante); filiera attività culturali e spettacolo; commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, libri e articoli di cartoleria ed esercizi all'interno di centri o parchi commerciali. LE MODALITÀ. Il bando quindi mette a disposizione in tutto 18,3 milioni. «L'apertura dei termini per la compilazione e la presentazione della domanda di sostegno - precisa la Regione - è prevista a partire dalle 10 del 10 febbraio, fino alle 17 del 3 marzo. Tutte le domande presentate in possesso dei requisiti saranno finanziate fino a esaurimento delle risorse disponibili. Le informazioni relative al bando saranno disponibili nell'home page del sito internet della Regione e nella pagina dedicata alle attività produttive (www.regione.veneto.it/web/attivita-produttive/bando-ristori). © RIPRODUZIONE RISERVATA