scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
12/02/2021

Ristori Veneto: 18 milioni «Assistiamo le imprese»

Il Giornale di Vicenza

Come noto, la Regione tramite Unioncamere Veneto ha avviato il bando da 18 milioni per un "ristoro" alle imprese dei settori maggiormente colpiti dagli effetti del Covid-19. «È una misura che dà sostegno e respiro alle nostre imprese. Non solo: è un segnale forte da parte delle istituzioni locali verso le aziende che tanto hanno dato al proprio territorio di appartenenza e che ora da quel 'territorio' ricevono», sottolinea in una nota Gianluca Cavion presidente di Confartigianato Vicenza: «Molti settori hanno pagato, alcuni più di altri, la pandemia e in parte la stanno ancora pagando. La preoccupazione è far ripartire quelle aziende nel miglior modo possibile mettendole nelle condizioni di tornare a produrre, fare business, a dar lavoro, a fare innovazione. Bene il bando della Regione, quindi, ma Cavion rimarca anche: «Pur capendo che le risorse disponibili sono limitate, non condividiamo la scelta della Regione di aver ignorato le richieste che abbiamo avanzato al fine allargare ad ulteriori categorie di imprese il bando: nella convenzione con Unioncamere era espressamente previsto». Il bando regionale aperto ieri (si chiuderà il 3 marzo) è per aziende iscritte al Registro delle imprese, con una sede operativa attiva in Veneto, con codici Ateco che comprendono filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie); ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi (cosiddetti fieristi); filiera trasporti persone; filiera sport, intrattenimento, parchi divertimento e tematici (incluso spettacolo viaggiante); attività culturali e spettacolo; commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, libri e articoli di cartoleria; - esercizi in centri o parchi commerciali. Le domande saranno finanziate fino a esaurimento delle risorsei. «Per facilitare le imprese interessate dalla misura, Confartigianato Vicenza è a disposizione attraverso le proprie sedi ad aiutare le aziende che non sono ancora dotate di Spid o Cns a presentare richiesta e ad ottenere i sistemi d'identità digitale nei tempi utili alla presentazione della domanda». Unioncamere Veneto, che gestisce il bando, ricorda che «saranno pubblicate delle Faq per la corretta comprensione del bando».È possibile «inviare quesiti (mail ristori@ven.camcom.it»). Il presidente Mario Pozza: «È un aiuto concreto per le imprese e che arriverà in tempi brevi. Nei prossimi mesi gli effetti del Covid-19 si faranno sentire in modo pesante sul nostro sistema economico per questo i ristori della Regione rappresentano un sostegno fondamentale: dimo- stra ancora una volta attenzione per il mondo delle imprese».