scarica l'app
MENU
Chiudi
24/09/2020

Riscritta la disciplina dei commissari straordinari

Il Sole 24 Ore Dossier - Francesco Carnovale

In cantiere. I professionisti possono svolgere le funzioni di stazione appaltante e operano in deroga al Codice dei contratti pubblici
Uno dei temi di maggiore attualità è quello dei commissari straordinari e della normativa di riferimento introdotta dall'articolo 9 del Dl 76/20. In breve le novità della legge 120/20 sono: 1) l'adozione dei Dpcm di nomina dei commissari straordinari per la realizzazione o il completamento di interventi infrastrutturali di ambito nazionale caratterizzati da un elevato grado di complessità progettuale, difficoltà esecutiva o attuativa o da complessità delle procedure tecnico-amministrative sono sottoposti al parere delle commissioni parlamentari che potranno pronunciarsi in 20 giorni anziché i 15 inizialmente previsti dal testo del Dl 76/20; 2) i Dpcm di nomina dei commissari straordinari per opere di ambito regionali invece individuerà solo l'intervento da realizzare o completare di intesa con il presidente della Regione interessata; 3) i nominati commissari all'atto dell'insediamento dovranno convocare le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative; 4) i commissari straordinari possono svolgere le funzioni di stazione appaltante e operano in deroga al Codice dei contratti pubblici, tale previsione sembra lasciare aperta la possibilità per i commissari di rivolgersi ad altri soggetti per la realizzazione degli interventi. Nel caso in cui il nominato commissario agisce con i poteri di stazione appaltante opera in deroga al codice dei contatti pubblici e nel rispetto delle direttive comunitarie e della normativa antimafia oltre all'inderogabilità delle prescrizioni previste dagli articoli 30,34 e 42 del Codice dei contratti pubblici: 1) è autorizzata l'apertura di apposite contabilità speciali per la realizzazione degli interventi di competenza dei nominati commissari che potranno avviare le procedure di affidamento anche in fase di trasferimento delle risorse sulle contabilità speciali purché impegnate in bilancio e i termini per il controllo preventivo di legittimità della Corte dei conti sono stati ridotti, 30 giorni anziché 60; 2) semestralmente i commissari sono tenuti a segnalare anomalie e scostamenti dei termini fissati nel cronoprogramma dell'intervento, che pertanto, in caso di ritardi significati, essere definanziati; 3) per quanto attiene i compensi invece sono previsti direttamente nell'atto di nomina e sono da rinvenire nei quadri economici dei singoli interventi straordinari. I compensi dei commissari ed eventualmente di subcommissari saranno quindi composti da una parte fissa e da una parte variabile. La parte fissa non potrà superare 50 mila euro, annui; la parte variabile, strettamente correlata al raggiungimento degli obiettivi e al rispetto dei tempi di realizzazione degli interventi ricadenti nell'oggetto dell'incarico commissariale, non può superare 50 mila euro annui (articolo 15 comma 3 Dl 98/11 convertito con legge 111/11). 4) per semplificare l'attività procedimentale e amministrativa il commissario è titolare dei procedimenti di approvazione e autorizzazione dei progetti e si avvale dei poteri di sostituzione e di deroga di cui all'articolo 17 del Dl 30 dicembre 2009, a tal fine emana gli atti e i provvedimenti e cura le attività di competenza delle Pa, necessari alla realizzazione degli interventi; 5) gli affidamenti delle gestioni commissariali dovranno essere aggiudicati solo con il criterio del miglior rapporto qualità/prezzo; 6) è istituita l'unità tecnica presso la presidenza del consiglio dei ministri istituita con ordinanza di protezione civile 3920/2011. © RIPRODUZIONE RISERVATA vertito con legge /). ) per semplificare l'attività procedimentale e amministrativa il commissario è titolare dei procedimenti di approvazione e autorizzazione dei progetti e si avvale dei poteri di sostituzione e di deroga di cui all'articolo  del Dl  dicembre , a tal fine emana gli atti e i provvedimenti e cura le attività di competenza delle Pa, necessari alla realizzazione degli interventi; ) gli affidamenti delle gestioni commissariali dovranno essere aggiudicati solo con il criterio del miglior rapporto qualità/prezzo; ) è istituita l'unità tecnica presso la presidenza del consiglio dei ministri istituita con ordinanza di protezione civile /.