scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
23/07/2021

Ripartono le ruspe alla scuola di Canonica

QN - Il Resto del Carlino

SANTARCANGELO Due anni dopo lo stop al cantiere e la revoca del contratto alla Ddl, l'azienda di Pescara che si era aggiudicata l'appalto, i lavori per la nuova scuola materna di Canonica possono ripartire. Il Comune di Santarcangelo ha finalmente pubblicato ieri il nuovo bando per assegnare i lavori, che andranno completati entro 9 mesi. Insomma: l'obiettivo del sindaco Parma e della giunta è quello di avere la scuola pronta per l'anno scolastico 2022-'23. Sulla scuola pende un contenzioso tra il Comune e la Ddl, ma non solo: il gruppo di minoranza Bene in comune ha presentato un esposto alla Corte dei conti, contestando il progetto e i costi. In attesa delle decisioni dei giudici, l'amministrazione va avanti con il bando. Le aziende interessate avranno tempo un mese (il termine ultimo è fissato per il 25 agosto) per partecipare. Verrà scelta l'impresa che farà l'offerta economicamente più vantaggiosa. Nel bando previsti fino a 80 punti (massimo) per l'offerta tecnica, fino a 20 per quella economica. «In sostanza - spiega il Comune di Santarcangelo - la procedura tiene conto della migliore offerta sotto il profilo tecnico, alla quale verrà attribuita una prevalenza preponderante, e della migliore proposta economica». L'appalto è di un milione e 206mila euro, compresi oneri per la sicurezza. Chiunque vincerà avrà 270 giorni, cioè nove mesi di tempo, per completare i lavori. Per favorire la ripartenza del cantiere il prima possibile, il Comune valuterà di affidare i lavori in via d'urgenza, «anche in pendenza della stipula del contratto d'appalto, nel rispetto di quanto stabilito dalle normative». In sostanza, una volta individuata l'impresa, l'amministrazione è pronto a concedere l'avvio dei lavori ancor prima che venga concluso il (lungo) iter procedurale per l'affidamento dell'appalto. Intanto ieri mattina è stata inaugurata alla scuola media 'Franchini' di Santarcangelo la nuova aula all'aperto, con 6 tavoli e 12 panche in legno. Le strutture sono state donate da Amazon. Al taglio del nastro (nella foto) il sindaco Alice Parma, l'assessore Angela Garattoni, il responsabile dello stabilimento di Amazon Leonardo La Rocca e la preside Giovanna Frisoni.