scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
31/07/2021

Ripartono gli appalti, in 6 mesi avviate 86 gare per oltre 130 milioni

Corriere del Trentino

I dati di Apac
Fugatti «Anche così la pubblica amministrazione può essere motore dello sviluppo del territorio»
In Trentino ripartono gli appalti, per un valore di oltre 130 milioni nel primo semestre del 2021. Lo rende noto l'Agenzia provinciale per gli appalti e i contratti (Apac). In sei mesi sono state bandite 86 gare, di cui 66 nell'ambito «lavori» per più di 82 milioni di euro e 20 per «forniture e servizi» per circa 54 milioni. Rispetto allo stesso periodo del 2020 risultano quindi superiori per 11 gare avviate e 36 milioni di euro di importo. «Il mandato a tutti gli uffici provinciali competenti è sempre quello di accelerare il più possibile le procedure, per dare in questo modo un contributo, in un momento delicato come questo, all'economia del Trentino» commenta il presidente della provincia Maurizio Fugatti. «Anche richiedendo forniture, servizi e lavori pubblici, la pubblica amministrazione può infatti essere motore di sviluppo del territorio» . Come «lavori» si intendono tutti quegli interventi che riguardano l'edilizia scolastica e universitaria, investimenti per la viabilità, il miglioramento della rete dei servizi, la manutenzione di edifici pubblici. In particolare tre le procedure avviate più importanti del semestre si trovano la realizzazione di una nuova palestra e servizi al centro sportivo Albere, i lavori di costruzione della nuova mensa in via S. Margherita a Trento, i lavori di sistemazione della viabilità di collegamento tra la Val di Cembra e l'Altopiano di Pinè, i lavori di realizzazione della nuova sede succursale del Liceo "B.Russel" di Cles, completamento dei lavori di risanamento conservativo dell'ex convitto comunale S.Pellico per la realizzazione scuola elementare di Ala. L'ambito delle «forniture e servizi» invece comprende cose come la fornitura di due elicotteri con allestimento sanitario da assegnare al Nucleo provinciale, ma anche la manutenzione e lo sviluppo del sistema informatico rivolto al cofinanziamento del Fondo sociale europeo, a supporto tecnico dell'autorità di gestione della Provincia, e inoltre il servizio di selezione di una società cui affidare la gestione del portafoglio titoli dell'Agenzia provinciale per l'assistenza e la previdenza integrativa. An. Pra. © RIPRODUZIONE RISERVATA