scarica l'app
MENU
Chiudi
08/04/2020

«Ripartire entro aprile garantendo liquidità»

QN - La Nazione

PERUGIA «E' indispensabile ripartire in sicurezza entro aprile, garantire liquidità a tutte le imprese e attuare misure anticicliche per tornare a crescere. Altrimenti presto vedremo sparire interi comparti». L'appello arriva da Roberto Giannangeli, direttore di Cna Umbria, che settore per settore suggerisce la ricetta dell'organizzazione. «Uno dei comparti su cui fare leva - dice - è quello delle costruzioni. Necessario sospendere il codice degli appalti e nominare commissari straordinari per bypassare la burocrazia amministrativa nella quale in questi anni sono rimaste impantanate le imprese e tutta la ricostruzione post sisma. E poi andrebbero ampliati i crediti di imposta relativi agli eco e sisma bonus, trasformandoli magari in titoli cedibili al sistema bancario per incentivare tutte le opere di manutenzione da parte dei privati». Per il turismo, secondo Cna, l'idea sarebbe di istituire un credito d'imposta del 50% per tutte le famiglie italiane che sceglieranno di trascorrere le loro vacanze in Italia. Un'altra misura potrebbe essere il rilascio di un voucher per gli studenti che scelgano di effettuare uno stage o gita nel nostro Paese nel periodo estivo. Settore manifatturiero: Cna chiede che si vada verso un potenziamento delle misure previste dal pacchetto Impresa 4.0 per sostenere i nuovi investimenti già dal 2020. Infine, va pensata una grande campagna di rilancio del made in Italy verso quei Paesi non interessati dalla pandemia. «In attesa del nuovo decreto, abbiamo ricevuto rassicurazioni rispetto alla nostra richiesta di innalzare a 800 euro mensili l'indennità prevista dal decreto Cura Italia per le imprese».