scarica l'app
MENU
Chiudi
26/03/2020

Rinviati i bandi e le gare d’appalto Palazzo Moroni congela l’attività

Il Mattino di Padova - Claudio Malfitano

Slittano di 2 mesi gli affidamenti dei progetti in programma L'assessore Micalizzi: «Imprese inattive, è un atto dovuto»
Claudio MalfitanoStop ai cantieri ma stop anche alle gare d'appalto. Adesso si ferma davvero tutto in città. Con l'ultimo decreto del governo che ha decretato il lockdown anche per le attività produttive, all'amministrazione non è rimasta altra scelta che posticipare anche tutti i bandi in corso. Uno slittamento in avanti di alcuni mesi, con la speranza che a maggio possa riprendere l'attività delle imprese italiane. Fermi dunque i bandi per la nuova Ztl, per la manutenzione degli impianti sportivi, per gli spettacoli estivi e per l'adeguamento del centro culturale San Gaetano alle grandi mostre previste in ottobre. «È uno slittamento doveroso», chiarisce l'assessore ai lavori pubblici Andrea Micalizzi. «Voglio rassicurare tutti i padovani che la programmazione degli interventi è solo rimandata ma non viene minimamente messa in discussione. Aspetteremo solo pochi mesi in più».Scadenze rinviate per tutti i bandiIl decreto del governo prevede che ai fini di tutti i procedimenti amministrativi non si tenga conto del periodo tra il 23 febbraio e il 15 aprile. Dunque è necessaria la proroga ex lege di tutti i bandi in scadenza. Uno dei più importanti in corso è l'affidamento del nuovo sistema Ztl che avrebbe dovuto partire in autunno e il cui bando scadeva il prossimo 4 aprile. La nuova scadenza è fissata al 20 maggio. Si tratta di un appalto da 1,4 milioni di euro che riguardava la fornitura di 19 nuovi varchi elettronici più la gestione e la manutenzione dell'intero sistema formato da 33 apparecchi. C'era poi in programma la manutenzione straordinaria degli impianti sportivi cittadini, sia per quanto riguarda gli impianti idraulici che per le opere da fabbro: la scadenza del bando era lunedì scorso ma è stata spostata al 7 maggio. Ancora: l'impermeabilizzazione delle terrazza delle case Ater di via Sandelli e via Bajardi. Anche in questo caso la gara d'appalto, e quindi poi anche i lavori, slitteranno di qualche mese.mostre ed eventi culturaliIn programma l'amministrazione aveva una serie di lavori di adeguamento del centro San Gaetano di via Altinate per poter ospitare le grandi mostre, a partire dall'esposizione di Van Gogh curata dalla "Linea d'ombra" di Marco Goldin, in programma a ottobre. Anche in questo caso la scadenza della gara d'appalto era il 3 aprile ed è stata prorogata al 25 maggio. Qui però c'è l'incognita tempo: i lavori devono essere eseguiti in estate per permettere poi l'apertura dell'esposizione a ottobre. Un rinvio c'è anche per le gara d'appalto di alcuni servizi estivi. Come le due rassegne "Girovag'arte", che avrebbe dovuto portare eventi e spettacoli nei quartieri, e "Castello Festival" nella piazza d'armi nel maniero carrarese. E poi i soggiorni estivi per gli anziani, che garantiscono agli over 70 di poter andare in villeggiatura anche se non possono permetterselo. anche i cantieri sono fermiNei giorni scorsi Palazzo Moroni ha dovuto anche fare i conti con lo stop ai cantieri in corso. Molte aziende infatti non erano in grado di garantire il distanziamento sociale tra lavoratori previsto dalla legge e hanno preferito fermarsi. Ancor più adesso dopo il lockdown deciso dal governo. È bloccata la realizzazione di opere per 5 milioni di euro, in particolare gli interventi di riqualificazione di alcune aree importanti della città come piazza De Gasperi, il Bassanello e Chiesanuova. --© RIPRODUZIONE RISERVATA