scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/06/2021

Riforma degli appalti pronto un disegno di legge

Gazzetta di Reggio

draghi detta i tempi
ROMA. «Entro il mese di giugno presenteremo un disegno di legge delega per la riforma degli appalti e le concessioni. A luglio ci sarà la riforma della concorrenza, la riforma della giustizia arriverà a giorni nel Consiglio dei ministri. L'idea è di procedere alla massima velocità». Il presidente del Consiglio Mario Draghi indica la strada. Incassa il via libera della Commissione Ue presieduta da Ursula von Der Leyen sul Pnrr italiano, ribadisce che l'Italia ha una grande responsabilità ma che a differenza con il passato c'è la volontà politica di cambiare il nostro Paese. Nella «giornata d'orgoglio» Draghi, che oggi informerà le Camere in vista del Consiglio europeo del 25 che avrà al centro anche il tema dei migranti, fa intendere alle forze politiche che in un momento così importante occorre essere uniti.Lo stesso appello all'unità e alla coesione nazionale che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella dovrebbe rivolgere ai presidenti di Regione che saranno ricevuti, per un appuntamento di carattere istituzionale, domani, giovedì pomeriggio, al Quirinale. La campagna vaccinale non è conclusa ma Draghi ora guarda al Recovery come l'alba di una ripresa dell'economia italiana. E per raggiungere questo obiettivo, per far sì che alcune parti diventino strutturali, il Parlamento sarà chiamato alla prova delle riforme.L'annuncio è che entro fine mese arriverà la legge delega per la riforma degli appalti. E già su questo tema nelle scorse settimane le forze politiche che sostengono il governo si erano divise. Distanze soprattutto tra la Lega che di fatto intende stoppare il codice degli appalti e il Movimento 5 stelle che non intende sacrificare all'altare dell'accelerazione sui lavori il controllo contro la corruzione. Ma è soprattutto sul tema della giustizia che c'è il rischio di fibrillazioni. --