scarica l'app
MENU
Chiudi
13/06/2019

Rifiuti, rientra l’emergenza? Conferimenti ancoraa Crotone

Gazzetta del Sud

Ieri verticea Catanzaro di tutte le Ato conl' assessore Rizzo
Entro metà luglio il nuovo progetto per Comunia
Eleonora Delfino L' emergenza rifiuti scongiurata? Probabilmente rinviata di qualche mese. Dal vertice di ieri tral' assessore regionale all' Ambienteei rappresentanti di tutte le Ato calabreseè arrivatal' approvazione unanime della nuova tariffa per conferire all' impianto di Crotone. La discarica che si avviaa grandi passi verso la saturazione ha chiesto ed ottenuto una tariffa più alta che supera le 100 euroa tonnellata. Una integrazione tariffaria che dovrebbe consentirei lavori necessari all' unica discarica presente sul territorio calabrese. Ma non risolve il problema degli impianti.L' Ambito territoriale ottimale reggino, (che ha passato le consegne alla Città Metropolitana che subentra in tutta la filiera dei rifiuti), infatti ha provveduto al bando europeo con cui inviare fuori dalla Calabria gli scarti della lavorazioneel' umido. Una sorta di"paracad ute" qualora dovesse arrivare la definitiva saturazione dell' impianto di Crotone. Il bando (che riconosce un primato al territorio reggino, unico ad aver provveduto all' operazione) arrivaa scadenza il3 luglio per gli scartie il 22 perl'umid o. La speranzaè che di proposte ne arrivino, visto che gli inviti alla contrattazione alle società del settore hanno sortito esiti negativi. Intanto si approfitta di questi preziosi mesi per individuare altri siti dove poter realizzare strutture pubbliche. Nel territorio reggino le opzioni non sono tantissime,c'è la discarica di Melicuccà dissequestrata da poco, sul cui utilizzoè arrivato il disco verde da parte del Comune, ma prima ci sono delle prescrizioni da adempiere, in primis la bonifica del sito.E poic'è quella di Comunia di Motta San Giovanni. Un progetto contro cui siè schieratal' amministrazione comunale, guidata da Verduci. Ma quel progetto iniziale verrà rimodulato,e con buona probabilità, la proposta della nuova versione coni correttivi adottati entro la prima metà di luglio potrebbe essere presentata in Prefettura da parte della Regione. In ogni caso in entrambii casi gli interventi di bonifica sono imprescindibili. Così come dei lavori dovranno essere avviati all' impianto di trattamento della frazione organica di Siderno. Intantoi controlli più serrati rispettoal fenomenodell' abbandono deirifiuti comincianoa maturare qualche risultatoe non solo in termini di sanzioni, ma anche di consapevolezzae collaborazione da parte dei cittadini. Ieri, comunical' assessore comunale alla Polizia municipale, Antonino Zimbalatti gli uomini del corpoei lavoratori di Avr hanno riscontrato 14 conferimenti illeciti. Di questi tre riguardano delle aziende che potrebbero andare incontro oltre che alle sanzioni amministrative anchea dei procedimenti penali, con un' eve ntuale comunicazione all'autorità giudiziaria peri relativi provvedimenti di competenza. La linea dura annunciata dal Comune non si ferma. «Si continuerà quotidianamente con gli accertamenti con una timida speranza, visto che riscontriamo uno spirito collaborativo di svariati cittadini che stanno segnalando gli illeciti. In questi giorni, secondo quanto disposto dal comandante Zucco provvederanno al ritiro di veicoli abbandonati, carcasse segnalate sul sito».

Foto: Le discariche Uno dei tanti cumuli di rifiuti abbandonati per strada, fenomeno che il Comune sta contrastando


Foto: Proseguonoi controlli sull'ab bandono Zimbalatti: «I cittadini inizianoa collaborare con fotoe denunce»