scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/02/2021

Rifiuti, la gestione è un mosaico ma la differenziata è da alta quota Docks Lanterna a Sestri e Santa Margherita, Aprica a Rapallo e a Chiavari Amiu gestisce Recco, Avegno e Uscio. Elevate le percentuali di separazione la mappa dell’appalto per lo smaltim

Il Secolo XIX - Sara Olivieri

Sara Olivieri Nella Riviera di Levante, la gestione dei rifiuti è un mosaico di esperienze e risultati. A Santa Margherita, la gestione Docks Lanterna è scaduta da un anno e la giunta ha stabilito la proroga sino al bando della nuova gara comprensoriale. La raccolta differenziata ha raggiunto l'82 per cento e nel bando pronto, ma sospeso, il Comune aveva inserito l'impegno, per l'aggiudicatario, di arrivare al 90 per cento. Stante la qualità elevata del rifiuto (questione sulla quale Comune e Docks hanno vinto una prima vertenza al Tar promossa da Arpal, in attesa del Consiglio di Stato), Santa Margherita può conferire fuori regione, così porta il secco ad Albiano Magra, usufruendo di tariffe migliori. Dal 2015 a Sestri Levante e in val Petronio (Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese e Moneglia), la gestione della spazzatura è affidata a Docks Lanterna. L'appalto, che scade a febbraio 2022 (prorogabile di 6 mesi), è unico, ma ciascuna località ha stabilito modalità specifiche di raccolta. A Sestri nella zona residenziale è in vigore il porta a porta, nel centro storico ci sono i contenitori stradali e nelle frazioni le batterie di bidoni. 2 milioni 350 mila euro è il costo annuale del servizio. I rifiuti (il costo di smaltimento è a carico del Comune) sono consegnati alla discarica di Rio Marsiglia (secco), a cui si aggiungerà l'impianto Recos di Vezzano Ligure nel corso dell'anno. Allo studio ci sono la raccolta porta a porta del vetro per sostituire le campane stradali e la tariffa puntuale. A Moneglia la differenziata ha superato il 56 per cento. In primavera il porta a porta diventerà obbligatorio per tutti i grandi produttori (attività economiche). 610 mila 820 euro è il costo del servizio nel 2020. L'appalto congiunto di Rapallo e Zoagli è affidato al consorzio composto da Aprica Spa e Solco Brescia. L'affidamento scade il 31 gennaio 2022. L'indifferenziata viene conferita all'impianto di Recos. A Rapallo, la differenziata 2020, che deve essere validata dalla Regione, è del 65,55%, con una diminuzione di oltre il 6% anche dei rifiuti prodotti. Zoagli è arrivata 69%. Anche a Chiavari i rifiuti sono gestiti da Aprica spa e Cooperativa Solco. Il contratto scade il 31 dicembre 2022. La differenziata ha raggiunto il 69,56%. Conferimento e stoccaggio avvengono nel centro di Bacezza. A Lavagna, la differenziata è arrivata al 71,33%. Ad aggiudicarsi l'appalto, prorgato fino al 30 giugno di quest'anno, è stata la ditta SuperEco srl di Cassino. Il costo annuale del servizio è di circa 1.700.000 euro, e il conferimento avviene al Consorzio di Rio Marsiglia. A Camogli la raccolta dei rifiuti e la gestione della piattaforma ecologica di Bana sono affidate fino al 31 dicembre 2021 a Energetikambiente srl. L'importo relativo al 2021 è di 804.685,92 euro. Nel 2020 la raccolta differenziata è al 66,28 per cento. I rifiuti indifferenziati vanno alla discarica di Rio Marsiglia. Il Comune di Portofino gestisce da sé la raccolta della spazzatura. Il costo è di 450 mila euro all'anno. L'ultimo dato relativo alla differenziata è il 70 per cento. Il Comune conferisce all'ecocentro di Santa Margherita. Portofino è tra i Comuni che hanno il dato più alto di spazzatura pro-capite: 1.728 chili a persona all'anno; un dato che deriva dall'intenso flusso turistico in tempi non di pandemia. Il Golfo Paradiso è l'unico ad aver affidato, da oltre un anno, il servizio ad Amiu. Le percentuali di differenziata sono le seguenti: 68 a Recco, 70 ad Avegno, 46 a Uscio. A Recco da lunedì è operativo il nuovo servizio della Cabina Loderini, l'isola ecologica in pieno centro dove le famiglie e le utenze non domestiche potranno consegnare piccoli elettrodomestici, rifiuti pericolosi e altri materiali. Si rinnova anche il servizio Ecovan, predisposto per la raccolta di ingombranti, grandi e piccoli elettrodomestici di provenienza domestica. Sarà domani in piazzale Ricina, il 20 febbraio in piazzale Megli, dalle 8 alle 11. In piazzale Olimbia e piazzale Europa tornerà rispettivamente il primo e terzo sabato di marzo. Il Comune ha scelto di unificare la raccolta di metalli e plastica per snellire la raccolta. --(Hanno collaborato Elisa Folli, Rossella Galeotti, Edoardo Meoli, Simone Rosellini)