scarica l'app
MENU
Chiudi
09/07/2019

Rifiuti in strada, il Comune ha smascherato gli incivili

Corriere del Mezzogiorno

Telecamere davanti alle isole ecologiche. L'assessore: «Da oggi linea dura»
di Fabio Postiglione Il comune di Matera ha deciso la linea dura contro gli incivili che non solo lasciano i rifiuti in strada ma inquinano l'ambiente. Così come era stato promesso (e più che una promessa sembrava una vera minaccia) le telecamere nascoste contro i furbetti dei rifiuti sono entrate in azione con il risultato sperato. Sono stati smascherati altri cittadini che sono stati sanzionati per i reati amministrativi commessi. Bisogna dare atto all'amministrazione comunale che non si è fermata l'azione di controllo del territorio da parte della polizia ambientale del comune di Matera. Grazie all'ausilio delle telecaMATERA mere installate nei pressi delle isole ecologiche della città, sono state nuovamente elevate numerose sanzioni amministrative per errato conferimento di rifiuti e per illeciti ambientali. In molti rispettano le regole anche se la raccolta differenziata è ancora una chimera e il problema rifiuti risulta una spina nel fianco, anche a causa di un appalto che stenta a decollare per vicissitudini deriva te d a l f a l l i m e n to d i un'azienda e dal ricorso di un'altra. Insomma, nel frattempo, il Comune ha deciso di disciplinare i propri cittadini cercando di smascherare quei pochi che imperterriti continuano ad abbandonare rifiuti di ogni genere non solo nei pressi dei cassonetti (e questo sarebbe il male minore), ma anche nelle campagne circostanti, senza comprendere il gravissimo danno arrecato all'ambiente. Ci sono elementi che ci mettono secoli per deteriorarsi, altri che invece resteranno sul selciato per sempre. E infatti sono stati addirittura trovati elettrodomestici, pneumatici, ma anche sacchetti lanciati dall'auto a un passo dal cassonetto: il campionario delle violazioni emerso dal controllo delle telecamere è disarmante. Ogni immagine è stata immagazzinata nel server della polizia che grazie alle targhe dei mezzi usati dagli incivili per abbandonare i sacchetti neri sono risaliti ai proprietari e si sono direttamente recati alle loro abitazioni per contestare la violazione dei reati ambientali. Nei casi migliori scattano multe salatissime, in altri, dove i rifiuti sono realmente classificati come pericolosi, ci sono anche denunce penali. «Continueremo a perseguire gli illeciti con decisione - sottolinea l'assessore all'Ambiente, Giuseppe Tragni - I controlli proseguiranno per tutelare il territorio. L'invito è a conferire i rifiuti in maniera corretta. È attivo un servizio di ritiro degli ingombranti. Non è necessario abbandonare indiscriminatamente rifiuti di ogni tipo nei pressi delle isole ecologiche. È sufficiente telefonare allo 0835381682 oppure al numero verde 800589732», ha concluso l'assessore cercando di spiegare che la possibilità per smaltire correttamente esiste, è comoda e funzionante. Gli agenti della polizia ambientale hanno inoltre rilevato illeciti amministrativi per errato conferimento dei rifiuti (raccolta differenziata effettuata in maniera non corretta) da parte delle attività commerciali del centro storico e dei Sassi che sono sorvegliati speciali in questo periodo di super affollamento di turisti. Importante anche l'attività contro il randagismo e il controllo del rispetto delle norme sulle deiezioni canine. Alcuni proprietari di cani sono stati sanzionati con multe che vanno da 50 a 500 euro. «Abbiamo avviato un controllo più capillare su questo specifico problema, dal momento che, a fronte dell'impegno di tantissimi cittadini che rispettano le norme, ci sono pochi altri che non lo fanno e che lasciano sporca la città. Le deiezioni canine vanno raccolte e smaltite. È il momento che tutti facciano la loro parte», ha detto ancora l'assessore Tragni. E di certo l'attività di controllo non finisce qui, si prevedono altre multe. Le multe Maxi sanzione per chi è stato scoperto mentre lanciava sacchetti fuori dal bidone e fuori orario La vicenda ● L'Amministrazione comunale ha deciso di non fare sconti a chi non rispetta l'ambiente: multati gli incivili che abbandonano rifiuti in strada

Foto: Le telecamere nascoste hanno immortalato tre cittadini mentre scaricavano rifiuti fuori dai cassonetti, o ad orari non consentiti. Altri hanno lasciato anche ingombranti che andavano smaltiti nelle isole ecologiche