scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
30/06/2021

Rifiuti, domani sciopero Possibili disagi in città Chiavari

Il Secolo XIX - D.BAD.

ChiavariDomani sciopereranno i lavoratori del comparto igiene ambientale. Possibili disservizi alla raccolta dei rifiuti in tutti i Comuni anche del Levante. "Aprica spa", gestore di raccolta e smaltimento della spazzatura a Chiavari, Rapallo, Zoagli, Borzonasca, Carasco, Cicagna, Cogorno, Coreglia Ligure, Favale di Malvaro, Leivi, Lorsica, Lumarzo, Mezzanego, Moconesi, Ne, Neirone, Orero, Rezzoaglio, San Colombano Certenoli, Santo Stefano d'Aveto e Tribogna annuncia possibili disagi e disguidi nelle attività di raccolta rifiuti e igiene del suolo durante l'intera giornata. Aprica, allo stesso tempo, conferma l'espletamento delle seguenti prestazioni essenziali: raccolta e trasporto dei rifiuti urbani pertinenti a utenze scolastiche, mense pubbliche e private di enti assistenziali, ospedali e attività similari, ospizi, centri di accoglienza, orfanotrofi, stazioni ferroviarie, marittime, aeroportuali, caserme e carceri; pulizia dei mercati, delle aree di sosta attrezzate, delle aree di grande interesse turistico museale in misura non superiore al 20 per cento, dei centri storici così come individuati dai piani regolatori dei Comuni. Non saranno garantiti (fatta eccezione per le fattispecie del precedente elenco), laddove contrattualmente previsti, i servizi di raccolta dei rifiuti, quelli di spazzamento manuale e/o meccanizzato delle strade, l'apertura dei centri di raccolta comunali. Lo sciopero di domani è stato indetto per chiedere una correzione dell'articolo 177 del codice degli appalti che, per i sindacati, «mette a rischio migliaia di posti di lavoro nel comparto». A proclamarlo sono Fp Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti. Al centro della protesta la richiesta, a governo e parlamento, di intervenire «con urgenza sull'articolo 177 del codice appalti, che avvia il disfacimento del comparto dei servizi ambientali». --D.BAD.