scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
04/05/2021

Ricostruzione, pronti 18 milioni per Camerino

QN - Il Resto del Carlino

CAMERINO di Lucia Gentili È stata raggiunta, ieri pomeriggio, l'intesa unanime in cabina di coordinamento per diverse ordinanze speciali in deroga del commissario straordinario Giovanni Legnini. Tra queste, per la nostra provincia, ci sono quelle per la ricostruzione di Camerino e Valfornace e della scuola di San Ginesio. «Ringrazio tutte le professionalità della struttura commissariale, i sub commissari, gli esperti, le Regioni e i Comuni - ha detto Legnini - che ci hanno consentito di ottenere questo risultato molto importante. Sono fiducioso che tutto ciò possa dare impulso ad una nuova fase della ricostruzione». Ora c'è stata l'intesa, un passaggio fondamentale, poi la firma avverrà tra qualche giorno. Per il territorio camerte, si tratta della seconda ordinanza speciale in deroga, dopo quella di Unicam. «Questo documento coniuga due esigenze - spiega l'assessore regionale alla ricostruzione Guido Castelli - da una parte la semplificazione burocratica nelle modalità di gara, per l'ampio ricorso alle procedure negoziate e semplificate. Questo è importante nella gestione dei cantieri, per vincoli e permessi, con una conferenza dei servizi speciale per andare più veloci». Castelli spiega che tra le altre ordinanze in programma ci sono ad esempio anche quelle di Pieve Torina e Tolentino. Intanto con l'ordinanza speciale per Camerino vengono stanziati circa 18 milioni di euro per gli interventi più urgenti, che sono sei, ovvero: la demolizione dell'edificio ex tribunale; palazzo comunale e teatro Filippo Marchetti; parcheggio meccanizzato in viale Emilio Betti; rocca Borgesca; demolizione dell'ex scuola Betti; adeguamento funzionale e restauro dell'ex sede Banca delle Marche in via Favorino (per il quale ieri mattina il sindaco Sandro Sborgia ha firmato il rogito dal notaio per l'acquisizione a patrimonio culturale). Per quest'ultimo è scritto nel documento: «L'intervento risulta urgente per il fatto che si tratta di edificio individuato come adeguato dalla Soprintendenza per ospitare i testi della biblioteca Valentiniana, attualmente ospitati in alcuni container e che a causa del protrarsi di tale collocazione rischiano di deteriorarsi». Soddisfatto dell'ordinanza il primo cittadino Sborgia. «Ringraziamo la struttura commissariale - dichiara il sindaco - per aver recepito le nostre richieste. L'ordinanza contiene obiettivi e strutture che l'amministrazione comunale aveva indicato nella stesura del programma straordinario. Il documento disciplina le richieste fatte e include anche deroghe al codice degli appalti da attuare per una maggiore celerità. C'era stato anche un confronto anche con l'ufficio giuridico e il sub commissario». La firma, affinché l'ordinanza diventi immediatamente eseguibile, è attesa nei prossimi giorni. © RIPRODUZIONE RISERVATA