scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
17/08/2021

Ricostruzione, 40 indagati fra ” i furbetti degli appalti

Il Fatto Quotidiano - M.G.

L ' ALTRA INCHIESTA
COMMERCIALISTI I PM: " LA MANO DEI CONTABILI DIETRO AZIENDE FA N TAS M A "
Quaranta indagati e la mano di alcuni commercialisti, che potrebbero aver " accom p a g n at o " più di un cliente nella co struzione di aziende fantasma. È questo lo scenario che si profila nella terza indagine nata dal crollo del Ponte Morandi: quella sugli avvoltoi della ricostruzione. Nella lista di 43 imprese che hanno avuto accesso agli sgravi fiscali stanziati per la ricostruzione - la cosid detta zona franca fiscale, pensata come un incubatore di imprese per sostenere l ' economia depressa - circa la metà per la Guardia di Fi nanza sono palesemente delle scatole vuote. Ditte con dipendenti e sedi finte, costruite appositamente per mettere le mani sul credito d ' imposta. Un tesoretto da scari care su rami societari che nulla hanno a che vedere con l ' area per cui erano stanziati i fondi o addirittura da monetizzare attraverso la vendita dello sconto fiscale. Nell ' elenco dei beneficiari c ' è un po ' di tutto: una ditta sotto se questro antimafia; una società con radici in società o f f s h ore ; un albergo a ore; un call center ges tito f or ma lm en te da un trentenne ucraino residente in Emilia Romagna; tre ditte con sedenello stesso ufficio, senzacampanello sullaporta; una stessa consulente fiscale che ha presentato tre diverse domande, per attività che sembrano tutte simili. C ' è inoltre una zona grigia di imprenditori genovesi che sembrano aver cambiato sede, almeno formalmente, appositamente per accaparrarsi i fondi. L ' inchiesta, coordinata dal pro curatore Francesco Pinto e dal pool reati economici e contro la pubblica amministrazione, ipotizza reati che vanno dalla truffa ai dannidello Statoall ' indebita per cezione di aiuti pubblici. E guarda anche in direzione di chi avrebbe dovuto effettuare i controlli. Una responsabilità che, fino a oggi, l ' uf ficio del commissario straordinario all ' emergenza Giovanni Toti e il ministero degli Affari economici sembrano rimpallarsi. Non è andato tutto bene, insomma. Anche perché nella zona arancione, la cintura intorno a quella rossa, immediatamente colpita dal crollo, sono rimaste decine di (veri) piccoli commercianti esclusi da ogni aiuto, per via di paletti inseriti nella scrittura dei bandi.