scarica l'app
MENU
Chiudi
21/11/2020

Ribolla avrà la nuova scuola Appalto record, via alla gara

Il Tirreno - Gabriele Baldanzi

Progetto da oltre 8 milioni, l'opera pubblica più costosa nella storia del Comune Dopo le traversie giudiziarie, la gioia del sindaco: «Un bel segnale di speranza» ROCCASTRADA Ribolla avrà la nuova scuola Appalto record, via alla gara Progetto da oltre 8 milioni, l'opera pubblica più costosa nella storia del Comune Dopo le traversie giudiziarie, la gioia del sindaco: «Un bel segnale di speranza» ROCCASTRADA
RIBOLLAÈ stato pubblicato il bando di gara per l'appalto dei lavori di realizzazione del nuovo plesso scolastico di Ribolla. Una vicenda annosa, partita da un esposto dell'allora consigliera di minoranza Simonetta Baccetti. Tra il 2017 e il 2018, per due volte, oltre duecento alunni di Ribolla erano stati costretti a trasferirsi a Roccastrada, a seguito di disposizioni del Tribunale di Grosseto perché il plesso in via del Dormitorio che ospitava elementari e medie non avrebbe avuto i requisiti di sicurezza sismica. Per la frazione e per il Comune un grave problema, in termini sociali ed economici. La giunta si era impegnata fin da subito a ridurre i disagi. E la realizzazione della nuova scuola di Ribolla segna un importante passo in avanti. Il bando di gara per l'appalto dei lavori di realizzazione del nuovo polo scolastico scadrà il 30 dicembre. Entro quella data vanno presentate le offerte da parte delle imprese che intendono partecipare all'appalto.Il 4 gennaio, poi, è prevista l'apertura delle buste. L'importo complessivo dell'intervento ammonta a 8 milioni e 200mila euro, l'opera pubblica più costosa nella storia del Comune, con un contributo finanziario così suddiviso: 7 milioni e 900 mila euro di fondi statali e regionali e 300mila di risorse attinte dal bilancio comunale.«Questo atto - dice Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada - segna un passo decisivo per la concretizzazione di un iter complesso, ulteriormente rallentato da quelli che chiamo "oneri aggiuntivi Covid", ma ritenuto da sempre prioritario per l'amministrazione comunale». Ma quando ci sarà l'affidamento dei lavori? «Abbiamo definito l'ultima fase delle procedure amministrative con la pubblicazione del bando di gara - risponde il sindaco - e presto le idee progettuali si tradurranno nell'opera edilizia, concretizzandosi nella prossima primavera con la messa in opera del cosiddetto primo mattone. Il cronoprogramma è questo: entro il 28 febbraio, data tassativa, affideremo i lavori, ma contiamo di anticipare a fine gennaio. I lavori, invece, partiranno a marzo/aprile e, come previsto nel bando di gara, l'impresa avrà 13 mesi per consegnare la scuola».Del passato Limatola non vuole parlare: «La vicenda è chiusa. Chi la avviò non è più neanche in consiglio comunale. Ormai siamo in altra fase».I soldi, come detto, arrivano da Stato e Regione Toscana. «Colgo l'occasione per ringraziare ancora chi ci è stato vicino, a Firenze e a Roma», conclude il primo cittadino. «La costruzione di una nuova scuola significa investimento sul futuro, sulla crescita educativa dei nostri ragazzi e rappresenta un bel segnale di speranza, specie in un momento come quello che stiamo vivendo».È imminente, dunque, la posa del primo mattone di un polo innovativo, con spazi adeguati alla didattica moderna, che guarda alla sostenibilità ambientale e all'efficientamento energetico, che comporterà una riqualificazione urbanistica di un intero quartiere di Ribolla. E a questo proposito Limatola fa anche un altro annuncio: «Il 30 novembre a Ribolla iniziano gli attesi lavori della rotatoria, già appaltati, insieme a quelli per il nuovo presidio socio sanitario». --Gabriele Baldanzi