scarica l'app
MENU
Chiudi
19/11/2020

«Revocate quel project» L’assemblea legislativa ora impegna Acquaroli

Corriere Adriatico

LA VOTAZIONE
Tutto il centrodestra approva la mozione del M5S sul nuovo ospedale di Muraglia Ruggeri: «Giornata storica, sono fiera». Il Pd: «Un atto di violenza amministrativa»
ANCONA "Revocare" il project financing per il nuovo ospedale di Muraglia e "riesaminare" tutte le delibere relative. I capigruppo di Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia e Civitas Civici l'hanno messo nero su bianco, present a n d o u n e m e n d a m e n t o a l l a mozione del Movimento 5 Stelle e tutto il centrodestra ha approv a t o i l d o c u m e n t o p r e s e n t a t o da Marta Ruggeri nella precedente seduta, con l'inatteso sì di Santarelli di Rinasci Marche a r o m p e r e l ' u n i t à d e l c e n t r o s i n i s t r a n e l l a r e s i s t e n z a o p p o s t a dal Pd. «Questo è un atto di violenza amministrativa» ha contestato Carancini. La tempesta La tempesta politica perfetta, ge n e r a t a d a l l e e l e zioni regionali di s e t t e m b r e e a n nunciata in Consiglio già una settimana fa, si è abb a t t u t a c o s ì s u l progetto di finanza dell'associazion e t e m p o r a n e a di imprese guidata dalla società Renco (che era tra i finanziatori della campagna elettorale 2015 di Ceriscioli) e formata anche dalle aziende Siram, Papalini e Linea Sterile, quel progetto ritenuto fattibile dall'ex giunta regionale che aveva avviato il procedimento prossimo a concludersi con la gara d'appalto, per la quale mancava solamente la firma del Ministero della salute all'accordo di programma per il contributo pubblico a fondo perduto di 121 milioni di euro. Il rendering del progetto Renco per il nuovo ospedale di Muraglia La volontà della maggioranza È questa la volontà della magg i o r a n z a c h e o r a i m p e g n a l a giunta Acquaroli, dopo la scelta d i s o s p e n d e r e i p r o c e d i m e n t i d e g l i o s p e d a l i u n i c i v o t a t a 9 giorni fa, raccordandola sul piano della sostenibilità amminis t r a t i v a a l c o m p i t o d i " d a r e mandato agli uffici interessati di verificare la possibilità di revocare la procedura relativa al finanziamento" mediante il progetto di finanza ex articolo 183, comma 15, del Codice degli appalti. «E' una giornata storica per la sanità provinciale e per il M5S - h a s c a n d i t o l a c a p o g r u p p o Ruggeri -. Un traguardo di cui sono fiera». Nelle sue parole c'è l'eco di una battaglia politica durata anni, contro la formula del finanziamento privato ancora prima che contro il modello sanitario, che sul territorio è stata trasversale, da sinistra a destra, e ha mobilitato con i comitati la società civile, di cui va ricordato l'impegno del compianto ingegner Ivan Cicconi, tra i maggiori esperti di appalti pubblici. Rispetto alla laboriosa procedura attivata dall'ex presidente Ceriscioli per assorbire le criticità del progetto rilevate dal Dipartimento per la programmazione economica della presidenza del Consiglio dei ministri, tranciante è stato l'intervento dell'assess o r e a l l a s a n i t à S a l t a m a r t i n i : l'ospedale di Muraglia, ha detto, ci costerebbe un miliardo (com e a n t i c i p a t o s i n d a l l ' a p r i l e 2019 dal Corriere Adriatico ), di cui 600mila euro per i canoni dei servizi e 400mila per i canoni di disponibilità su una spesa Sì pure di Rinasci Marche Baldelli: «Il Covid mostra un sistema inadeguato» Anac archivia la verifica di 220 milioni (251 con gli oneri bancari e assicurativi capitalizzati), di cui appunto 121 pubblici. «In pratica con un mutuo ci costa meno» ha concluso. La protesta di Biancani C o n t r o l a s c e l t a h a p r o t e s t a t o B i a n c a n i d e l P d d i s p o s t o a r i nunciare al project pur di salvare il nuovo ospedale ad alta complessità che - ha detto - non sarebbe stato unico, sollevando la reazione dei consiglieri Baiocchi (Fdi), Serfilippi, Cancellieri, Lucentini (Lega) e Rossi (Civitas), che gli hanno ricordato la sottrazione di servizi e risorse all'entroterra e al Santa Croce di Fano con la riforma attuata dal centrosinistra. L'assessore ai lavori pubblici Baldelli, dando notizia dell'archiviazione del proc e d i m e n t o d i v i g i l a n z a dell'Anac, ha evidenziato che la prima ondata epidemica ha dimostrato l'inadeguatezza del sis t e m a s a n i t a r i o o s p e d a l i e r o e ha rivolto l'invito all'assemblea a «lavorare insieme» per riorganizzarlo tutelando la salute dei marchigiani, perché la competenza a farlo è della Regione come anche il Dipe ha formalmente rilevato nella sua consulenza. Lorenzo Furlani