scarica l'app
MENU
Chiudi
02/06/2020

Revoca uso Palazzo Fornari, si va al Tar Puglia

La Gazzetta Del Mezzogiorno

CERIGNOLA «ABBIAMO VINTO UN APPALTO E INVESTITO RISORSE, NESSUN ABUSO»
L'associazione «Fosse Granarie» contesta la decisione della commissione prefettizia
l CERIGNOLA. L'associazione «Fosse Granarie» che aveva in gestione il palazzo Fornari ha deciso di fare ricorso al Tar contro la dleibera di revoca della concessione. «Nella Delibera n. 106 del 27 maggio 2020 della Commissione Straordinaria giustifica la decisione di revoca della gestione di Palazzo Fornari in questo passaggio "Tale decisione si impone, non soltanto perché conforme al quadro normativo di riferimento, ma in quanto è la più rispondente ai criteri di equità e vantaggiosità per l'Ente, criteri che non appaiono applicati nella precedente gestione". A tal ragione si sottolinea che la nostra associazione ha partecipato ad una gara d'appalto che prevedeva l'affidamento in concessione gratuita del Laboratorio Urbano denominato "Officina Arti della Città di Cerignola", che a spese proprie ha provveduto a ridipingere tutte le stanze a noi affidate, a manutenere l'intero immobile, a trasformare in giardino la discarica pubblica dell'area retrostante, a garantire libero accesso a tutte le realtà associative artistico culturali del territorio, a garantire 65 giorni l'anno il pieno utilizzo al Comune di Cerignola, a realizzare gratuitamente, per conto del Comune di Cerignola, una lunga serie di eventi, ad ospitare gratuitamente associazioni e gruppi bisognosi di luoghi e aree di incontro, a creare gratuitamente le condizioni affinché giovani imprenditori, artisti, sportivi potessero esprimersi, a collaborare fattivamente e gratuitamente con la parrocchia e le scuole del territorio», sottolinea in una lunga nota l'associazione che ribadisce come «la gestione della Sala Convegni del primo piano fu inserita nella gara d'appalto da noi vinta.» Palazzo Fornari