scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/08/2021

Restyling per il Paladivittorio

Corriere dell'Umbria

Al rush finale l'intervento di sistemazione dell'impianto. L'assessore Proietti: "Costretti a rivolgerci ai privati"
Con il nuovo bando il Comune vuole assegnare la gestione prima dell'inizio della stagione sportiva Azzerato l'iter Mai presentato il progetto che alcune società si erano impegnate a redigere
di Giorgio Palenga TERNI K Per dimensioni del terreno di gioco e altezza della struttura, è l'unico palazzetto dello sport regolamentare della città, dove cioè calcio a 5, pallacanestro e pallavolo possono giocare campionati nazionali. Tutto questo, ovviamente, in attesa del PalaTerni, che sarà un impianto a livello dei grandi "forum" nazionali, tipo il Mediolanum di Milano o il Mandela di Firenze,alpunto che andrà verificata la possibilità pratica di fruirne da parte delle società dilettantistiche locali, che certo non potranno permettersi un costo orario di affitto a livello di club professionistici. Stiamo parlando del palazzetto di via Di Vittorio che, questa estate, è oggetto di lavori di messa a norma per quanto riguarda l'accesso dei disabili. Il punto della situazione sullo stato dell'arte del cantiere con l'assessore ai Lavori Pubblici, Benedetta Salvati: "L'intervento in atto è cofinanziato dal bando Sport e Periferie del 2016 - spiega l'esponente della giunta Latini - e sono in fase di esecuzione i ripristini della pavimentazione esterna e delle aree verdi nonché i collaudi delle strutture metalliche e degli impianti installati. Successivamente si procederà con il montaggio delle reti metalliche di tamponatura perimetrale, delle scossaline di copertura e le tinteggiature. La conclusione dei lavori è prevista per la prima decade del mese". Contestualmente gli uffici dell'assessorato allo Sport sono al lavoro per predisporre un bando per la gestione dell'impianto, considerato che quello emesso l'anno scorso era stato aggiudicato a settembre a Ternana Futsal, Pink basket, Leo basket e Spring team (società di ginnastica) che avrebbero poi dovuto presentare un progetto per partecipare al bando nazionale Sport e Periferie 2020. Ma quel progetto in realtà non è mai stato presentato e l'assegnazione è così decaduta, col Comune che aveva ripiegato assegnando semplicemente le ore alle varie società che ne avevano fatto richiesta. Per i lavori di ristrutturazione interna, invece, niente da fare. Basti pensare che al Paladivittorio ci piove dentro, in caso di precipitazioni particolarmente intense, oltre ad essere assolutamente necessario un restyling di tutti gli impianti. "Nel bando che gli uffici stanno predisponendo, e che contiamo sia pronto a giorni, in tempo così per poter assegnare la gestione all'inizio della prossima stagione sportiva - fa presente l'assessore allo Sport di palazzo Spada, Elena Proietti - useremo la stessa formula che abbiamo adottato per altri impianti sportivi, ovvero la possibilità di una gestione pluriennale, fino a 15 anni, a fronte dell'effettuazione dei necessari lavori di ristrutturazione. Purtroppo gli enti locali di fondi ne hanno sempre meno e l'unico modo per rimettere a nuovo strutture che sono state negli anni colpevolmente lasciate in decadenza, da parte di chi c'era prima di noi, è proprio quellodi concederle ai privati per più anni, con un canone di affitto basso, ma con l'impegno di svolgere i lavori".

Foto: Lavori al palasport Attesa per l'assegnazione della gestione dell'impianto sportivo in via Di Vittorio