scarica l'app
MENU
Chiudi
04/01/2019

Restyling di Corso Italia per il Tar l’appalto è ok

Il Mattino

ANGRI
Roberta Salzano
Restyling dell'area a Corso Italia; il Comune vince il ricorso al Tar contro la Conpact Scarl. La società aveva chiesto al tribunale che venisse annullato l'affidamento dei lavori alla Co.Ge.Ga. Il Tar ha invece sancito che l'esclusione è legittima. Dalle verifiche è emerso che la società Mirca srl, che avrebbe dovuto realizzare l'opera per conto della Conpact Scarl, ha presentato dichiarazioni mendaci in relazione ai «gravi illeciti professionali» commessi al comune di Pompei, che hanno decretato la risoluzione del contratto. Per lo stesso motivo è uscita anche da Angri Illuminazione scarl, che si occuperà per conto di Fenix Consorzio Stabile della pubblica illuminazione in città, per ventidue anni. Il progetto approvato a febbraio del 2016 dall'amministrazione Ferraioli prevede la sistemazione dell'area esterna all'ex primo circolo didattico, la costruzione di una ludoteca, eco stand, la realizzazione di 167 posti auto e di 14 posti moto interrati. Tutte le opere saranno gestite dalla Co.Ge.Ga, che si è aggiudicata la concessione del valore di 4 milioni e 605mila euro, e si occuperà di tutte le aree per la sosta a pagamento ad Angri per venti anni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA