scarica l'app
MENU
Chiudi
03/07/2019

Respinto il ricorso contro il parking di piazza Europa

La Stampa - LORENZO BORATTO CUNEO

cuneo, verdetto del tar
Respinto ieri il ricorso al Tar Piemonte contro il progetto dei due piani di parcheggio interrato di piazza Europa a Cuneo. «Irricevibile - secondo i giudici amministrativi torinesi - per tardività». Il ricorso era stato promosso dall'associazione cuneese «Di piazza in piazza» e da alcuni residenti della zona per bloccare l'opera: nelle scorse settimane l'associazione aveva raccolto tremila euro per coprire le spese legali, che il Tar di Torino ha deciso di compensare tra le parti. Ognuno pagherà la parcella dei propri legali. Il Comune di Cuneo era difeso dagli avvocati torinesi Vittorio Barosio e Serena Dentico. Spiegano: «I ricorrenti hanno impugnato la gara per la progettazione definitiva e l'esecuzione dei lavori, invece avrebbero dovuto contestare il progetto preliminare 2018. In questo caso specifico i giudici hanno detto che il preliminare aveva già tutti i dettagli dell'opera messa a gara». Nella sentenza si legge anche che il Comune ha riconosciuto che la cartografia del progetto presenta «un'ambiguità» legata alla strada d'accesso e il Tar invita a risolverla in fase di esecuzione. L'assessore comunale alla Mobilità, Davide Dalmasso: «Confermata in questa sentenza la correttezza dell'operato del Comune fin dalla presentazione del dossier del Bando periferie due anni fa». Il bando in project financing è stato pubblicato a fine aprile e vale 7,3 milioni di euro (8,8 in totale tra Iva e spese tecniche). Prevede 220 parcheggi pubblici a pagamento (piano meno uno) e 194 box auto privati (piano meno due) con 3,3 milioni di incentivo pubblico con il Bando periferie. Nei giorni scorsi sono stati pubblicati anche alcuni chiarimenti alla gara e le offerte vanno presentate entro le 12 di domani. L'eventuale ricorso dell'associazione al Consiglio di Stato sarà valutato nei prossimi giorni.