scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
14/04/2021

Regioni, Stato, Enti 2800 posti subito per tecnici e laureati

Il Tirreno - Samuele Bartolini

Il concorso per il Sud, grande interesse anche in Toscana Possibili i rientri con la mobilità interna. Domande entro il 21 il maxi bando
Maxi concorso con 2.800 posti. Si tratta di un bando per l'assunzione di tecnici e laureati per la pubblica amministrazione nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Il bando è finalizzato all'attuazione dei progetti per il recovery Plan nel sud Italia e le assunzioni saranno rapidissime: entro 100 giorni dovranno essere pronte le graduatorie e firmati i contratti a termine per un periodo massimo di 36 mesi. Il fine ultimo è quello di assumere figure qualificate in vari ambiti: servono ingegneri, esperti gestionali, project manager del territorio, amministrativi giuridici e project data analyst.Al bando possono ovviamente partecipare anche i residenti di altre regioni: è sufficiente avere la cittadinanza italiana, godere dei diritti politici e non aver riportato condanne penali.Per alcune figure è sufficiente il diploma di laurea anche di tre anni. Un'occasione per i giovani con competenze specifiche che vogliano fare un'esperienza nella pubblica amministrazione sicuramente centrale per la propria formazione e per acquisire punteggio per partecipare a successivi concorsi nella propria regione. Un'occasione per chi è originario delle regioni per cui sono previsti i bandi Abruzzo (243 posti), Basilicata (119), Calabria (365), Campania (642), Molise (78), Puglia (481), Sardegna (218) e Sicilia (497). Ma anche per inserirsi nelle amministrazioni dello Stato provando poi a rientrare nel proprio territorio. Le fattispecie per un rientro, anche se non automatico, sono molteplici (figli piccoli, 104, risposta a una richiesta-comando per una specifica mansione)e calcolando che la Toscana ha numerose posizioni vacanti nelle piante organiche non difficili. Senza contare la possibilità di accedere anche ai concorsi interni. Una prima graduatoria di circa 8.400 candidati idonei sarà pronta sulla base dei titoli a maggio. Segue la prova scritta a giugno: è un test di quaranta domande con risposta a scelta multipla da risolvere in sessanta minuti per un punteggio massimo attribuibile di trenta punti. Conclusa la prova scritta, viene stilata una graduatoria di merito per ciascun codice in concorso da cui il Dipartimento della Funzione pubblica attinge per le assunzioni di personale nelle varie Regioni. Il bando è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 6 aprile (sezione concorsi ed esami). I candidati possono presentare domanda per ciascuno dei codici in concorso sul sito del Dipartimento della funzione pubblica (www.funzionepubblica.gov.it), sul sito http://riqualificazione.formez.it e sulla piattaforma digitale "Step-One 2019". Stretti i tempi per partecipare: l'ultimo giorno utile per fare domanda è il 21 aprile. Samuele Bartolini