scarica l'app
MENU
Chiudi
10/11/2020

Realizzazione della Rsa con Iva al 10%

Il Sole 24 Ore - Gabriele Sepio

servizi socio-sanitari
La gestione della struttura è attività connessa solo se rispetta i parametri Onlus
Si considera commerciale l'attività di realizzazione di una struttura per anziani, anche se intrapresa da un ente non profit per l'affidamento del servizio a soggetti terzi. Nella risposta a interpello 532/2020 del 6 novembre l'agenzia delle Entrate dà la propria interpretazione sul quesito proposto da una Fondazione Onlus in merito al trattamento, ai fini Iva e Ires, di un appalto di servizi socio-sanitari.

In particolare, l'istante rappresenta di aver affidato ad un'associazione temporanea di impresa (Ati) la realizzazione di una struttura per anziani e la concessione in gestione della stessa, a fronte di un canone. L'amministrazione è chiamata ad esaminare la questione sotto un duplice profilo: da un lato, il trattamento Iva nella fase di costruzione della struttura e in quella di affidamento in gestione dell'attività; dall'altro la riconducibilità al regime Onlus delle relative entrate.

Sotto il primo aspetto, la questione centrale riguarda la qualificazione come attività commerciale, rilevante ai fini Iva, dell'appalto per l'esecuzione della struttura. Sul punto, l'Agenzia dà risposta positiva, richiamando diversi orientamenti di prassi e giurisprudenziali, che hanno riconosciuto lo svolgimento di un'attività economica anche nel compimento di un unico affare, se connotato dagli elementi della professionalità, sistematicità e abitualità. Presupposti che sussistono nel caso di specie, in quanto la fondazione realizza un'attività complessa e articolata che assume di per sé un carattere imprenditoriale, se pur finalizzata all'affidamento della costruzione della struttura e dei relativi servizi all'Ati. Da ciò deriva il diritto alla detrazione Iva in capo alla Fondazione sia per i servizi di realizzazione della struttura sia per quelli di concessione in gestione: in tal senso, il canone pagato dall'Ati non deve inquadrarsi in un contratto di locazione, ma in una prestazione complessa avente ad oggetto l'intero appalto dei servizi.

L'Agenzia, inoltre, riconosce l'applicabilità dell'aliquota ridotta al 10% sia ai corrispettivi per la realizzazione della struttura sia per l'acquisto di beni finiti destinati alla costruzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ntplusfisco.ilsole24ore.com

L'articolo in versione integrale