scarica l'app
MENU
Chiudi
07/10/2020

Raccolta rifiuti notturna pulizia a misura di movida

QN - Il Giorno

MONZA di Martino Agostoni E' iniziato ieri la nuova attività di raccolta notturna della spazzatura nel centro storico chiamata "Monza Più Pulita By Night", mentre ancora non parte il maxiappalto atteso da 2 anni per rinnovare l'intero servizio di igiene urbana e gestione dei rifiuti della città. E come emerso durante l'ultimo Consiglio comunale chiamato ad approvare il piano finanziario relativo alle gestione del ciclo dei rifiuti assieme anche alla relativa tassa Tari 2020 che pagheranno i monzesi, i servizi ambientali della città sembrano muoversi su due linee temporali diverse. Da un lato quella del passato, perché continua ancora a essere applicato il vecchio maxiappalto dei rifiuti, quello affidato alla Sangalli nel 2009 per 127 milioni di euro, scaduto a settembre 2018, quindi prorogato e lo scorso giugno rinegoziato con uno sconto del 20% per la città (da 1,3 milioni di euro al mese a poco meno di 1,1 milioni) e alcuni servizi aggiuntivi tra cui, appunto, la raccolta notturna in centro per le attività di ristorazione. E dall'altro lato quella del futuro, perché è finalmente tutto pronto per avviare il nuovo maxiappalto, quello da 111 milioni per i prossimi 5 anni più 2 opzionali, ma ancora non si sa quando potrà partire. Sono serviti 2 anni per venire a capo della complessa gara pubblica di selezione dell'impresa vincitrice, ci sono stati ricorsi, è stata fatta intervenire l'Anac nella valutazione delle offerte, è stata esclusa a gennaio la prima società in graduatoria, ma finalmente lo scorso luglio si è arrivati a confermare l'aggiudicazione alla seconda classificata che, ancora una volta, è risultata essere la stessa impresa Sangalli che da decenni svolge il servizio in città. In aula l'opposizione di Pd, Movimento 5 Stelle e Civicamente sono state ripetute le critiche alla scelta dell'Amministrazione comunale di centrodestra di procedere con la gara tra privati che ha creato tanti problemi ma, adesso che la selezione si è conclusa, è stato chiesto quando può partire il nuovo appalto che promette servizi innovativi, come la tariffa puntuale, la pulizia strade senza più i divieti di sosta per lo spazzamento e anche risparmi nella Tari. L'assessore all'Ambiente Martina Sassoli non ha riposto in aula sul nuovo appalto ma ha invece rilanciato sull'accordo raggiunto a giugno con la Sangalli per far proseguire quello vecchio a condizioni migliori per la città. Quindi con una nota del Comune è stato presentato il servizio "Monza Più Pulita By Night" avviato ieri per la raccolta differenziata dei rifiuti dalle 4 alle 7 del mattino che riguarda 107 locali tra bar, ristoranti e gelaterie del centro. «L'obiettivo - spiegano il sindaco Dario Allevi e l'assessore Sassoli - è quello di una Monza più curata, soprattutto nell'area della movida che è più sensibile. Vogliamo dare ai commercianti la possibilità di poter lavorare in sicurezza e ai residenti di poter vivere in strade pulite». Il nuovo servizio aumenterà la frequenza del ritiro dei rifiuti, portando da 2 a 7 giorni alla settimana la raccolta del secco e a 6 passaggi settimanali per umido, carta, plastica e lattine, così da ridurre la quantità di rifiuti esposti in strada ogni giorno, ed è stimato che porterà a raccogliere 30 tonnellate di spazzatura ogni settimana: 15 di carta e cartone, 7 di secco, 6 di umido e 2 di plastica. © RIPRODUZIONE RISERVATA