scarica l'app
MENU
Chiudi
23/07/2020

Raccolta differenziata è polemica sui costi

La Provincia Pavese - M.D.

Garlasco
GARLASCO Il centrosinistra con il capogruppo di minoranza ed ex sindaco Enzo Spialtini torna all'attacco dell'amministrazione comunale di Garlasco sulla raccolta rifiuti. «Va bene che ora Garlasco è arrivato al 73,4% di differenziata e che è stato scongiurato un aumento della tariffa puntuale, ma il Comune ha affidato il servizio ad Asm Isa di Vigevano senza la gara d'appalto, avvalendosi di neppure il 2% di quota di partecipazione acquistata in questi anni. La differenziata in questo modo costa circa 800.000 euro all'anno per 6 anni, il primo dei quali è già trascorso. Inoltre - aggiunge il consigliere di "Cambiamo Garlasco"- è stata affidata a una ditta che si occupa solo di questo settore. Con le isole ecologiche tutto sarebbe stato più funzionale e magari meno costoso grazie a una regolare gara d'appalto. Certamente ci sarebbe stato un risparmio pro capite rispetto alla tariffa attuale di circa il 20%. L'unica consapevolezza che abbiamo in questo momento è che realtà più piccole della nostra, come Alagna, sono più brave grazie all'uso di piattaforme in cui i cittadini muniti di tessera possono conferire quando vogliono i rifiuti organici». Alle osservazioni dell'opposizione risponde il sindaco. «La mancata gara d'appalto è stata una scelta che non ci pentiamo di aver fatto - spiega Pietro Farina. - D'altronde anche Spialtini 15 anni fa, quando fu sindaco, ebbe la possibilità di effettuare una gara d'appalto, ma non la fece. La qualità del servizio per noi è più importante del risparmio di qualche centesimo. La gestione in house poi permette di rimodulare il servizio nel corso del tempo con aggiustamenti, laddove necessari. L'appalto invece vincola e può creare problemi». --M.D.