scarica l'app
MENU
Chiudi
01/09/2020

Raccolta dei rifiuti Il 2 si aprono le buste per la gara d’appalto

La Stampa - PATRIZIA MAZZARELLO

la gestione nel bacino ventimigliese
VENTIMIGLIA Mercoledì 2 settembre si apriranno finalmente i plichi per scoprire quante e quali aziende del settore hanno partecipato alla gara d'appalto, per la prima volta a livello comprensoriale, per il servizio di raccolta, trasporto e servizi accessori di gestione dei rifiuti con ridotto impatto ambientale a favore dei Comuni del bacino ventimigliese. Per vedere materialmente al lavoro la nuova ditta, o l'insieme di aziende, sarà comunque necessario attendere probabilmente i primi mesi del prossimo anno, complice la migliore offerta particolarmente complessa da esaminare e i tempi tecnici previsti per il via definitivo. Nei giorni scorsi, complice una serie di richieste di informazioni giunte da ben 14 aziende italiane, il termine di presentazione delle offerte è stato prorogato di alcuni giorni. La scadenza del bando è stata fissata alle ore 13 di lunedì 31 agosto. Si tratta del primo bando comprensoriale dell'area intemelia ed imperiese. Dopo gli accordi raggiunti negli anni scorsi tra i 18 Comuni, sotto la guida dell'amministrazione di Enrico Ioculano, il 30 ottobre scorso con la nuova amministrazione Scullino è stato approvato il bando di gara. Lo scopo è quello di migliorare il servizio, andando nel tempo anche a ridurre i costi di gestione, attraverso un bando comprensoriale. La gestione del servizio, a Ventimiglia sarà di tipo misto: con raccolta differenziata porta a porta su tutta la zona costiera, compresa Marina San Giuseppe, il centro cittadino, la città vecchia e tutta l'area in sponda sinistra del fiume e altre modalità di raccolta, nell'immediato entroterra. Nel giro di una settimana, una volta aperte le offerte, andrà istituita l'apposita commissione chiamata ad esaminare le proposte. Si prevede un'istruttoria di almeno due mesi di tempo. Quindi sarà necessario attendere 35 giorni per consentire eventuali ricorsi. Entro dicembre dovrebbe comunque essere noto il nome dell'azienda o dell'insieme di imprese che si occuperà della gestione dei rifiuti per i prossimi anni. -