scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
22/01/2021

Raccolta dei rifiuti, bollette più proporzionate ai consumi

Gazzetta del Sud

Capod' Orlando, Urega versol' aggiudicazione definitiva del servizio per sette anni
Un unico appalto abbraccia pure Tortorici con riduzione dei costi Ma Legambiente sostiene con forza che le tariffe applicate siano più alte rispetto ai centri vicini
Franco Perdichizzi CAPOD' ORL ANDO Entro la prossima settimana il servizio di raccoltae smaltimento dei rifiuti di Capod' Orlando potrà garantire ai cittadini una bolletta più equae proporzionata al consumo. Sarà aggiudicato definitivamente l' appalto settennale chel' Urega di Messina, per conto della Srr, ha banditoe pare certo che il costo sia molto più basso rispettoa quello sostenuto negli ultimi anni. Si tratta di una gara unica per due lotti, perché oltrea Capod' Orlandoc'é anche Tortorici, per gli importi, rispettivamente, di 13.515.671 e 2.241.301 euro. Si dovrebbe chiudere così una complicata gestione del servizio che negli ultimi due anni ha visto succedersi nella concessione ben tre aziende,l' ultima delle quali, quella attuale,l' Ecolandia ha partecipato anch' essa alla gara d' appalto. Nonostante il costo del servizio si sia abbassato notevolmente nell' ultimo anno, la bolletta Tari 2020, giunta nella case degli orlandini tra novembree dicembre scorsi, per una interpretazione data dall' Ufficio ragioneria di Palazzo Europa ad una circolare dell'A rera (l' Autorità governativa di regolazione per Energia retie ambiente) non ne ha beneficiato. Da qui un duro scontro tra la minoranza consiliare, alcune associazioni di consumatoriel' amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Ingrillì, che ha assicurato che la bolletta di quest' anno, oltre ad essere più bassa, garantirà un conguaglio positivo di almeno il 20%, che sarebbe quello del 2020. Sui costi della bolletta Legambiente Nebrodi che già aveva presentato pubblicamente due anni fa un dossier dove si evidenziavanoi maggiori costi del servizio in città rispettoa quelli di alcuni comuni viciniori,è ritornata proprio ora sull' argomento attualizzandoi report alla data odierna derivanti dalla bolletta 2020 scaturita dalla decisione del consiglio comunale. Legambiente ha così annunciato la prossima pubblicazione di un opuscolo per spiegare le incongruenze della delibera del consesso comunale perché, come dichiarano i suoi vertici, «l' inspiegabile decisione di ripartire tra gli utentii costi del 2018 non trova alcun riscontro nelle norme vigenti,e vanifica la riduzione delle tariffe conseguente al nuovo appalto del 2019». Dopo l' abbandono del servizio da parte del precedente gestore,l' appalto era stato affidato con ordinanza alla Loveral (e poi Ecolandia)e si era registrata una riduzione dei costi di circa il 25%, perciò si era fatta strada la speranza che le bollette si riducessero nella stesa percentuale. Intanto gli operai sono sempre in attesa di parecchie mensilità arretrate. Nello specifico, quelli di agosto, settembree quote della 13. 14. mensilità, nonché il trattamento di fine rapporto da parte del Comune che siè sostituito al penultimo gestore, la Loveral, chea settembre dell' anno scorso aveva passato il test imone. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Ecolandia Ha gestitol' appalto nell' ultima fase temporale