scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/07/2021

Raccolta dei rifiuti «Bollette più care con il gestore unico» Per Ventimiglia è previsto un rincaro di oltre 400 mila euro Il sindaco: «Un’eredità dell’amministrazione precedente» fa discutere il nuovo appalto comprensoriale. sconti tari per i commercianti

Il Secolo XIX - Lordana Demer

Lordana Demer / ventimigliaIl nuovo appalto comprensoriale dei rifiuti graverà sui contribuenti di Ventimiglia per oltre 400 mila euro e la conseguenza diretta sarà il futuro rincaro della bolletta. Senza contare che la città di confine registra soltanto il 29,46% di differenziata, seconda solo a Pigna (22,32%) maglia nera della provincia. Il che comporterà anche una multa aggiuntiva da parte della Regione. Lo ha confermato l'altra sera in Consiglio il sindaco Gaetano Scullino dopo aver preannunciato agevolazioni per le attività commerciali per quanto riguarda, invece, la Tari dell'anno in corso. Lo sgravio per il 2021 sarà del 50% per chi ha subìto maggiori danni dalla pandemia e dalla tempesta Alex, del 25% per tutte le altre categorie (tre le rate, la prima si verserà il 15 settembre, la seconda il 15 dicembre, la terza il 28 febbraio 2022). Agevolazione resa possibile dai ristori dello Stato (340.851 euro). Scullino si smarca e colpevolizza l'ex giunta Ioculano per i futuri rincari: «Il bando di gara è una pratica ricevuta in eredità dalla passata amministrazione. L'unico intervento della mia giunta, aver chiesto, e ottenuto, che le fatture relative al nuovo servizio non vengano sanate tutte dal Comune di Ventimiglia, capofila dell'operazione della quale fanno parte 18 Comuni, bensì che il soggetto vincitore le distribuisca fra tutti gli aderenti. Dunque verranno emesse 18 fatture, una per ciascun Comune». La commissione di gara sta predisponendo gli ultimi dettagli, l'appalto sta per essere concretizzato. «A fine anno avremo il gestore definitivo - annuncia il primo cittadino - Entro il 10 agosto sarà nominato provvisoriamente. Stiamo allestendo un ufficio ad hoc per seguire il dopo appalto». La commissione sta valutando proprio in questi giorni la documentazione fornita dalle aziende interessate: la Teknoservice srl, il gruppo Egea ambiente e Agam Ambiente, Docks Lanterna, Idealservice e San Germano spa e il gruppo Urbaser e De Vizia Transfer. --© RIPRODUZIONE RISERVATA