scarica l'app
MENU
Chiudi
14/11/2019

Raccolta dei rifiuti bando da 9,5 milioni

Corriere Adriatico

Il Comune pronto a indire la gara per assegnare il servizio
IL SERVIZIO
SANT'ELPIDIO A MARE Il Comune ci riprova. Dopo aver revocato, a marzo, la procedura per l'affidamento del servizio di igiene urbana, è ora a pronto a partire la nuova gara d'appalto, che assegnerà la raccolta rifiuti e altre attività correlate per una durata di 5 anni più uno di proroga tecnica. Un servizio da 9,5 milioni di euro complessivi, che ha visto la giunta deliberare nelle scorse settimane la procedura. Ora toccherà alla Stazione unica appaltante della provincia di Fermo pubblicare il bando. Si ipotizzava un incremento dei costi rispetto all'ipotesi del precedente bando.
La procedura
La precedente procedura era stata revocata dall'ente, dopo che alcune società interessate avevano fatto presente le mutate condizioni di mercato e l'incremento dei costi di conferimento in discarica. Si rischiavano ricorsi alla giustizia amministrativa che avrebbero sensibilmente prolungato le tempistiche, da qui la scelta dell'amministrazione di rivedere tutto. Effettuate nuove valutazioni, la cifra rimane sostanzialmente la stessa, 1,6 milioni ogni anno. «L'impostazione di base del servizio rimane invariata spiega il sindaco Alessio Terrenzi chi vincerà si prenderà cura della raccolta rifiuti in tutto il territorio comunale, proseguendo il sistema porta a porta, del quale siamo molto soddisfatti. A questo si aggiungono servizi ulteriori, come lo sfalcio dell'erba a lato delle strade comunali, oltre all'adeguamento degli ecocentri ed alla realizzazione di un centro del riuso. Siamo più che soddisfatti per gli ottimi risultati conseguiti negli ultimi anni in fatto di differenziazione dei rifiuti e dobbiamo proseguire sulla strada avviata, puntando a migliorare ancora, soprattutto per incentivare la cittadinanza». Cambierà qualcosa per le abitudini della popolazione. Sarà ad esempio ridotto il passaggio dell'indifferenziato da due ad un solo ritiro a settimana, anche con l'obiettivo di ridurre e disincentivare i rifiuti da portare in discarica. Altra novità, che potrebbe rappresentare una scomodità per le famiglie, è la riduzione del passaggio di plastica e vetro-metalli, da settimanale a quindicinale.
La novità
Altra novità, su cui l'amministrazione comunale pone l'accento, è l'introduzione di meccanismi di premialità per chi differenzia meglio e produce meno rifiuti, insieme a controlli più mirati per reprimere comportamenti poco rispettosi ed abbandoni indiscriminati dei rifiuti. «Spesso capitava di parlare con cittadini che chiedevano: faccio la differenziata, ma vorrei avere qualche vantaggio. Ora questo comportamento virtuoso diventerà, oltre che rispettoso dell'ambiente, anche conveniente e le famiglie potranno trovare sgravi significativi. Il Comune potrà verificare i rifiuti conferiti ed assegnare premi a chi, per ogni anno, si distinguerà per aver svolto al meglio la differenziata, attraverso parametri che saranno attentamente valutati e controllati». Considerati i tempi tecnici per le procedure di appalto, la nuova gestione dovrebbe partire dalla primavera del 2020.
Pierpaolo Pierleoni
© RIPRODUZIONE RISERVATA