scarica l'app
MENU
Chiudi
02/04/2020

QUI ARTIGIANI/CNA

Corriere Adriatico

Otello Gregorini (nella foto) è il direttore di Cna Marche. Il tema della liquidità è il primo da affrontare. «Alle piccole e micro imprese servono subito prestiti senza interessi garantiti dallo Stato, tramite i Confidi, da restituire in 30 anni». Nella priorità assoluto va compreso che per l'erogazione dei crediti «si dovrebbe tener conto del fatturato dell'anno precedente e del numero di dipendenti». Poi devono partire tutte le opere pubbliche cantierabili e «occorre mettere da parte il Codice degli appalti e snellire al massimo le procedure». Capitolo a parte le imprese rimaste chiuse per Coronavirus: «Se per i dipendenti si utilizza la cassa integrazione, stop a tasse e imposte per tutto il 2020». Infine «colmare il gap sulla banda ultra larga che implementi il salto digitale svolto nel periodo di stop».