scarica l'app
MENU
Chiudi
16/01/2020

Quattro milioni per rifare i sottopassi Così la pioggia non farà più paura

La Prealpina

I lavori sono pagati da Trenord. Si interverrà su un manufatto alla volta per evitare disagi al traffico
TRADATE - Sottopassaggi ferroviari sotto la lente d ' ingrandimento. Anzi, sotto osservazione perché, nel giro di alcuni mesi, saranno oggetto di una robusta manutenzione. Al momento sono tre i sottopassaggi che verranno cantierizzati e per i quali è in corso una gara d ' appalto del valore di 2 milioni e 800mila euro. In una seconda gara d ' appalto - valore 800mila euro - toccherà a un quarto sottopassaggio, forse quello che più di altri ha dato problemi. L ' investimento complessivo ammonta quindi a quasi 4 milioni. Da questa prima manutenzione sono esclusi altri quattro sottopassaggi. Ma andiamo con ordine. Innanzitutto l ' ente che sborserà una cifra così imponente è Trenord che, dopo un attento monitoraggio ha deciso di investire su questo opere. La prima tranche di lavori prende in esame il sottopassaggio di via IV novembre, quello di corso Matteotti-via Monte Grappa e quello di via Treves. In quest ' ultimo caso i lavori sono già stati eseguiti ma il progetto è mancante di un passaggio pedonale. Il sottopassaggio di via Treves, al quale è interessato anche il torrente Fontanile - lungo l ' argine corre infatti una pista sterrata al servizio, per lunghi tratti, di ciclisti e pedoni - è stato al centro di polemiche fra le forze politiche su chi si sarebbe dovuto accollare la spesa ma alla fine si è trovato un accordo con Trenord: «Dobbiamo sottolineare la disponibilità dell ' ente ferroviario che per la sola via Treves ha impegnato oltre 460mila euro (cifra compresa nei 2 milioni e 800mila euro del primo stanziamento, ndr ) - spiega l ' assessore ai lavori pubblici Alessandro Morbi - e non nascondiamo la soddisfazione per questo intervento complessivo che mette in sicurezza strutture strategiche nel contesto cittadino». Se tutto andrà come deve si presume che i lavori possano cominciare entro l ' estate; richiederanno tempo e porteranno provvisori cambiamenti sulla viabilità interna. L ' amministrazione comunale ha chiesto e ottenuto che l ' intervento riguardi un sottopassaggio alla volta per non stravolgere oltre il dovuto la circolazione. Il programma prevede che vengano rinforzate le spalle e la parte muraria sulla quale transitano i treni: laddove è possibile si potrebbe anche pensare a un allargamento della sede stradale. Il primo sottopassaggio ad essere chiuso per lavori (quando la procedura d ' appalto sarà conclusa) potrebbe essere quello di via IV novembre al rione Allodola. Poi toccherà al sottopassaggio di corso Matteotti-via Monte Grappa mentre in via Treves i lavori possono continuare senza problemi. Il secondo appalto, quello da 800mila euro, è invece destinato al sottopassaggio di via Piave, nei pressi di piazza del Popolo dove ha sede l ' ufficio postale, che è soggetto ad allagamenti in caso di pioggia. Il progetto per questa struttura che non è distante dal centro prevede il completo rifacimento e una revisione del tratto riservato ai pedoni. Al momento sono esclusi dalla manutenzione i sottopassaggi di via Bianchi, quello di via Pindemonte, quello di via Leonardo da Vinci e quello nei pressi di via Lavagne poco lontano dalla ex statale Varesina. Silvio Peron © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: IL IL CANTIERE CANTIERE ENTRO ENTRO L L ' ' E S TAT E E S TAT E


Foto: Due dei sottopassi tradatesi che saranno interessati dai lavori per la messa in sicurezza a cura di Trenord a partire dall ' estate prossima. Da sinistra quello di via Piave, allagato, e quello di corso Matteotti ( Re d a z i o n e )


Foto: Si partirà da via IV Novembre, quindi toccherà a corso Matteotti-via Monte Grappa, via Treves e via Piave


Foto: 800mila euro


Foto: l SECONDO APPALTO È quello destinato al sottopassaggio di via Piave che è il più soggetto ad allagamenti in caso di pioggia. Il progetto per questa struttura che non è distante dal centro prevede il completo rifacimento e una revisione del tratto riservato ai pedoni