scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
25/05/2021

Quattro milioni dal ministero per costruire due nuove scuole

Il Tirreno

Il Comune ha presentato la richiesta di finanziamento per realizzare strutture moderne in legno ed ecosostenibili bando pubblico
PISA. A caccia di fondi ministeriali per costruire o ricostruire due scuole. Il Comune di Pisa partecipa al bando pubblicato congiuntamente da ministero dell'Interno e ministero dell'Istruzione per il finanziamento di interventi di messa in sicurezza, ristrutturazione o costruzione di edifici destinati ad asili nido e scuole dell'infanzia o centri polifunzionali per la famiglia. A disposizione, a livello nazionale, una cifra complessiva di 700 milioni di euro per il quinquiennio 2021-2025, di cui 280 riservati agli asili nido, 175 alle scuole dell'infanzia e il resto ad altre strutture come centri polifunzionali per la famiglia e per riconversione di spazi integrativi ai servizi educativi. Il Comune di Pisa, per partecipare al bando che scadeva venerdì, ha presentato due progetti con cui concorre al finanziamento complessivo di 3,8 milioni di euro, destinati alla realizzazione di due nuovi edifici scolastici.La giunta comunale ha nel frattempo approvato i due progetti di fattibilità: riguardano la realizzazione di una scuola dell'infanzia in via Ximenes, a Putignano, e di un nuovo asilo nido in via Rindi, a Porta a Lucca, in sostituzione dell'attuale asilo Toniolo.«La nostra amministrazione - dice il sindaco Michele Conti - sta portando avanti un intenso lavoro progettuale per dotare la città di nuove opere e riqualificazioni, sfruttando tutte le possibilità di partecipare a bandi pubblici che ci permettono di intercettare nuove risorse e finanziamenti. Questo bando in particolare dava la possibilità di presentare al massimo due progetti: li abbiamo predisposti per dotare la città di due nuove strutture scolastiche che vanno a colmare necessità dei quartieri di Putignano e Porta a Lucca. Rispondendo a un criterio specifico del bando, abbiamo puntato molto sulla progettazione di strutture moderne, realizzate in legno e completamente ecosostenibili. Se finanziate come auspichiamo, le nuove scuole andranno ad aggiungersi ai grandi investimenti fatti dalla nostra amministrazione per la manutenzione e la sicurezza del patrimonio di edifici scolastici cittadini».«Si tratta di due operazioni diverse sotto molti aspetti - aggiunge l'assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa -. In un caso si prevede la realizzazione ex novo di una scuola dell'infanzia a Putignano, che va a completare il polo scolastico di quartiere in cui verrà inserita; nell'altro caso il progetto prevede invece un intervento di sostituzione edilizia dell'asilo di via Rindi, una struttura ormai obsoleta e costruita con tecniche edilizie che pongono diverse problematiche manutentive e di adeguamento alle normative tecniche. Comune ad entrambi i progetti è invece la previsione di realizzare edifici all'avanguardia sotto l'aspetto della bioarchitettura. Siamo molto fiduciosi che le nostre proposte possano ricevere i finanziamenti messi a bando dallo Stato. Grazie all'incessante lavoro degli uffici, stiamo dimostrando di avere una grande capacità progettuale». --© RIPRODUZIONE RISERVATA