MENU
Chiudi
12/12/2018

Quattro isole ecologiche la raccolta cambia così

Il Secolo XIX

La tessera del codice fiscale e un semplice sfioramento per aprire gli sportelli È un servizio aggiuntivo che non sostituisce, ma integra il "porta a porta "
Debora Badinelli / CHIAVARI Operative le prime quattro isole ecologiche di Chiavari. Si trovano in piazza Verdi, largo Pessagno, via Marana e via Marsala. Raccolgono, a tutte le ore e ogni giorno della settimana, plastica, carta, umido e secco residuo, ma anche pile esauste, medicinale scaduti e piccoli elettrodomestici. I bidoni, nascosti da una paratia abbellita da foto d'epoca di Chiavari, hanno una capacit à di 1.100 litri ciascuno, dotati di un sensore che segnala il riempimento e ottimizza lo svuotamento. Le isole ecologiche sono videosorvegliate e funzionano in modo molto semplice. « Si aprono con la tessera sanitaria/codice fiscale spiega Sergio Angelinelli, responsabile commerciale di Ecocontrol, l'impresa di Termoli in provincia di Campobasso, che le ha costruite - e per conferire i rifiuti è sufficiente sfiorare con una mano il sensore dello sportello relativo al tipo di spazzatura da smaltire. La telecamere registra qualsiasi movimento e presenza vicino all'isola ecologica » . E non sar à l'unico occhio elettronico a farlo. « Piazza Verdi, con il bidone per il vetro e quello per l'olio usato spiega l'assessore alla Nettezza urbana, Massimiliano Bisso - sar à l'isola più completa della citt à , destinata a essere potenziata con la posa, quando avremo la nuova gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, il prossimo anno, di un'altra postazione automatizzata. Una telecamera dell'impianto cittadino di videosor veglianza è gi à puntata sulla piazza, ma ne collocheremo un'altra per controllare anche i movimenti e le targhe dei veicoli al fine di scongiurare abbandoni da mezzi in movimento » . Il riconoscimento degli utenti attraverso l'utilizzo della tessera sanitaria servir à a tenere traccia dei conferimenti dei rifiuti differenziati di ogni singolo utilizzatore. « In questa fase abbiamo deciso di non limitare l'accesso alle isole ai soli residenti di Chiavari, ma potremmo farlo - aggiunge Bisso - Le isole ecologiche, comunque, sono al servizio di chi vive nel centro storico, non sostituiscono la raccolta porta a porta, che continuer à con le modalit à e i calendari consueti, ma sono un servizio aggiuntivo, a costo zero per il Comune, offerto dalle imprese Costa - Maris, titolari dell'appalto in corso e in scadenza la prossima primavera. Ieri - prosegue l'assessore - ci siamo confrontati con Citt à metropolitana per verificare la possibilit à che sia l'ente genovese a svolgere il ruolo di stazione appaltante della nuova gara pubblica » . Durante la fase sperimentale, che avr à una durata di 5/6 mesi, saranno operative pure le isole ecologiche presidiate e gli operatori aiuteranno i cittadini a capire come utilizzare correttamente i nuovi strumenti. Verificato il corretto funzionamento delle isole, si proceder à con la fase ordinaria inserita nella gara d'appalto: in quel contesto è previsto un successivo incremento del numero delle postazioni, che passeranno da quattro a sei, con l'inserimento di via Doria e piazza dei Bastioni. Non è escluso che siano installate altre isole (gi à annunciate dall'assessore Bisso) nel porto e in piazza Gagliardo. « L'amministrazione - spiega il sindaco, Marco Di Capua - ha sviluppato un piano di miglioramento della raccolta porta a porta, con l'obiettivo di aumentare le percentuali di differenziata e andare incontro alle diverse necessit à degli utenti. Un primo passo vero la tariffa puntuale che consentir à di pagare in base all'effettivo utilizzo del servizio » . - badinelli@ilsecoloxix.it CHIAVARI 4le nuove isole ecologiche nel centro storico cittadino, in via Marana, via Marsala, largo Pessagno e piazza Verdi 5/6 mesi PILE, FARMACI E RAEE Come funziona la durata della fase di sperimentazione, dopo la quale si passerà alla fase ordinaria con gara d'appalto per la raccolta rifiuti; previsto un incremento del numero delle postazioni che passeranno da 4 a 6 con l'inserimento di via Doria e piazzetta dei Bastioni LA STRUTTURA 5gli sportelli per carta e cartone, imballaggi in plastica e metallo, secco residuo e organico; sul lato sinistro è possibile il conferimento di pile esauste, farmaci e piccoli rifiuti elettrici ed elettronici; il servizio è attivo 7 giorni su 7 e videosorvegliato 24 ore su 24; possono usufruirne solo i residenti del Comune di Chiavari e i fruitori del centro storico; il soggetto che conferisce viene tracciato IMBALLAGGI IN PLASTICA E METALLO SECCO RESIDUO ORGANICO CARTA E CARTONE STRISCIARE la tessera sanitaria o il codice fiscale nell'apposito dispositivo (una sola volta anche per più conferimenti da effettuare) SFIORARE il sensore dello sportello corrispondente alla tipologia di rifiuto che si vuole conferire ATTENDERE l'apertura dello sportello, conferire il rifiuto e aspettare la chiusura (al termine dell'operazione viene emesso un segnale acustico) L'isola ecologica di piazza Verdi inaugurata ieri. Ha scomparti per plastica, carta, organico, secco, pile, farmaci, piccoli elettrodomestici

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore