scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
08/09/2021

Quanta benzina sul fuoco della ripresa

Economy - Sergio Luciano

COVERSTORY
Tra incentivi, sostegni, formazione e bandi la Regione Lombardia restituisce al suo territorio il ruolo di motore dell'economia italiana. Come ci spiega l'assessore allo Sviluppo economico Guido Guidesi
Nei primi sei mesi del 2021 il nostro sforzo principale è stato quello di avviare un piano di rilancio e trasformazione del sistema economico lombardo, con l'obiettivo di riportare la Lombardia al suo ruolo naturale di motore economico del Paese», dice Guido Guidesi, Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Lombardia. «Il piano - prosegue - si è sviluppato attorno ad alcune priorità̀ strategiche per supportare la ripartenza, traducendosi, innanzitutto, in un pacchetto di misure di sostegno economico e di incentivazione orientate a rispondere a 360 gradi alle esigenze di imprese e professionisti lombardi. In diversi casi, le misure attivate hanno esaurito in pochissimo tempo le risor se stanziate, a testimonianza di una rinnovata sinergia e convergenza tra imprenditori, lavoratori e istituzione regionale, e grazie anche all'istituzione di nuovo servizio di supporto e orientamento, www.infoimpresa.regione.lombardia.it». Le attività, effettivamente, sono state numerose. Si è rafforzata la sinergia con l'Assessorato alla Formazione e Lavoro, per meglio indirizzare la preparazione dei giovani verso le richieste del sistema delle imprese. E una grande attenzione e ingenti risorse sono state destinate al sostegno dell'accesso al credito. Quanto alle risorse finanziarie, molte sono state le voci di intervento. Sono stati emanati nuovi bandi per oltre 160 milioni di euro, di cui 140 milioni per ricapitalizzare le Pmi lombarde e dare loro la possibilità di affrontare investimenti di reshoring e back shoring, ri conversione e sviluppo aziendale. La Lombardia è stata l'unica Regione ad aver attivato una misura così importante: oltre 9 milioni per la capitalizzazione, il mantenimento e lo sviluppo dei livelli occupazionali delle cooperative lombarde; 13,5 milioni di euro per migliorare le condizioni di accesso al credito delle Mpmi. Sul bando Agevolazioni Lombarde per la Valorizzazione degli Investimenti Aziendali (Alvia, nel corso dei primi sei mesi del 2021 risultano presentate 187 domande che valgono oltre 134 milioni di euro in termini di investimenti, con contributi richiesti per oltre18 milioni di euro e finanziamenti per 115 milioni di euro. Molto si è fatto poi sul fronte dell'innovazione. Sono stati approvati 13 accordi, multiregionali e con il Mise, per complessivi 1,5 milioni di euro di cofinanziamento regionale, a fronte di oltre 122 milioni di euro di investimenti totali, a sostegno di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione nei settori applicativi Fabbrica Intelligente, Agrifood e Scienze della Vita, strategici per il rilancio della competitività del sistema produttivo e la salvaguardia dei livelli occupazionali. Sono state individuate risorse finanziarie per circa 2 milioni di euro per il co finanziamento regionale di ulteriori 15 proget ti; e sono stati pubblicati nuovi bandi per 15,3 milioni di euro: 3,6 milioni per promuovere la riqualificazione, l'innovazione e il riposiziona mento competitivo delle filiere lombarde in ottica di Economia circolare; e 11, 7 milioni di euro per la Digitalizzazione, il commercio elettronico e la diffusione dell'utilizzo delle tecnologie 4.0. «Grande impulso anche all'internazionalizza zione, all'export e alle fiere - sottolinea Gui desi - I nuovi bandi hanno avuto un valore di circa 20 milioni di euro, dei quali 7,5 per la 'Linea Internazionalizzazione plus' che promuo ve l'internazionalizzazione del tessuto imprenditoriale... Continua a leggere

Foto: 140 MILIONI DI EURO SONO STATI DESTINATI A RICAPITALIZZARE LE PMI LOMBARDE PER INVESTIMENTI DI RESHORING E BACK SHORING