MENU
Chiudi
20/10/2018

Pulizie e tagli del monte ore all’interno degli ospedali audizione in commissione

La Gazzetta Del Mezzogiorno

REGIONE SERVIZIO DECURTATO ANCHE PER 5 EX LSU PROVINCIALI
l Pulizie al san carlo e al Crob, cambio di appalto e riduzione del monte ore per i lavoratori: su richiesta del consigliere Perrino (M5s) il dirigente generale del Dipartimento Presidenza della Giunta è stato audito dalla Quarta commissione regionale. All'Irccs - Crob, a seguito del cambio di appalto, che ha visto subentrare la cooperativa "L'Ope rosa" alla ditta "Facility", "i sindacati hanno evidenziato il possibile taglio di oltre il 40 per cento del monte ore, mentre al Carlo i servizi sono stati aggiudicati alle società Ecclesia, Serenissima spa, Tre Fiammelle, Meit e Multiservice Sud con la conseguente diminuzione del monte ore da 300 mila a 205 mila annue. Marsico ha evidenziato che le procedure sono state gestite dalla Stazione unica appaltante sulla base di capitolati predisposti molto tempo addietro dalle aziende sanitarie. Tutto verte intorno all'applicazione della clausola sociale, disciplinata in maniera diversa dal legislatore regionale e dalla contrattazione collettiva. Altra questione è quella della distinzione fra ore contrattuali (previste dalle tabelle ministeriali) ed ore effettive. Al Crob è stato ipotizzato il ricorso al lavoro supplementare, per aumentare il monte ore e far fronte ai problemi determinati dalle assenze per ferie e legge 104; al San Carlo, invece, si è ipotizzato di aggiungere altre ore in base a nuove esigenze che si dovessero manifestare. Affrontato anche il problema dei cinque lavoratori ex Lsu della Provincia di Potenza stabilizzati presso una ditta di pulizie che lamentano una drastica riduzione delle ore lavorative. Marsico ha ricordato che si tratta di servizi e appalti che non ricadono nelle competenze dirette.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore