scarica l'app
MENU
Chiudi
12/07/2019

Pulizia delle caditoie Lunedì via ai lavori per evitare allagamenti

Gazzetta di Mantova - Luca Cremonesi

In programma ulteriori cantieri: la spesa è di 30mila euro Il Comune chiede ai cittadini di segnalare i problemi castiglione delle stiviere
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Sono 15mila gli euro che il Comune ha investito per una prima tranche di lavori legati alla pulizia di caditoie, tombini e grate. Un'operazione di manutenzione che partirà la prossima settimana. «Abbiamo raccolto molte segnalazioni da parte dei cittadini - spiega l'assessore Michele Falcone - Abbiamo eseguito i sopralluoghi e creato un elenco degli interventi necessari». Da qui l'investimento di 15mila euro per i primi interventi, la cui gara d'appalto si è chiusa pochi giorni fa. «Partiamo con la pulizia di 500 caditoie in tutto il paese, soprattutto quelle piccole della misura di 60 centimetri per 60. In programma, poi, la pulizia di 100 grate, di alcuni tombini e complessivamente di 750 metri di griglie che sono a livello della strada».Il Comune ha stanziato complessivamente 30mila euro, finanze che si sono liberate dalla revisione del bilancio del 2018 e che possono essere quindi investite immediatamente. Quindicimila vengono utilizzati per questa prima parte di interventi mentre «i restanti 15 mila saranno oggetto di una nuova gara d'appalto e saranno utilizzati per nuovi lavori - spiega sempre Falcone - Chiediamo quindi ai cittadini di continuare nell'opera di segnalazione che, ad oggi, si è rivelata preziosa e necessaria. Con l'aiuto dei cittadini puntiamo ad arrivare alla pulizia di oltre 1000 caditoie».I lavori partiranno lunedì e termineranno in tempi brevi. «Finiremo sicuramente prima dell'arrivo delle piogge», afferma con ironia l'assessore pronto, una volta raccolte le nuove segnalazioni ed esaminati i risultati di questo primo cantiere, a intervenire rapidamente con la seconda tranche di operazioni. Si tratta di opere di pulizia e di messa in sicurezza un tempo a carico di Indecast prima della vendita del ramo idrico a Tea. «Abbiamo deciso di farci carico di questi lavori - conclude Falcone - La decisione è nata a seguito delle richieste dirette dei cittadini che ci hanno sollecitato su questi temi». Le opere di messa in sicurezza del Comune si vanno ad aggiungere alla sistemazione, da parte del Consorzio, degli argini del Riale, il torrente che scorre all'interno dei due parchi pubblici che nel 2014 era esondato. --Luca Cremonesi BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI