MENU
Chiudi
27/09/2018

Puglia Promozione nel mirino “Troppi appalti senza la gara”

La Repubblica - ANTONELLO CASSANO

Il caso
, pagina IV Mancanza di trasparenza, di rispetto delle regole e di progettualità. Centinaia di bandi per un valore di oltre dieci milioni di euro effettuati negli ultimi due anni solo tramite affidamenti diretti. Aziende che si aggiudicano bandi con affidamenti diretti più volte in un anno. è un atto d'accusa pesante quello che il consigliere regionale Gianni Liviano rivolge nei confronti di chi ha guidato e continua a guidare la società Puglia Promozione, agenzia regionale del turismo, dal 2016 fino a oggi. Un atto d'accusa contenuto in una interrogazione rivolta sia al governatore Michele Emiliano e al presidente del consiglio regionale Mario Loizzo, che ai vertici dell'Autorità nazionale anticorruzione di Raffaele Cantone.
Nel dossier messo a punto dall'ex assessore regionale alla Cultura tarantino (Liviano ha lasciato l'incarico a ottobre del 2015, pochi mesi dopo l'insediamento della nuova giunta) si prende in esame il periodo dal primo gennaio del 2016 fino al 21 settembre di quest'anno, arco di tempo in cui «sono stati aggiudicati 670 bandi per un ammontare complessivo di 15,8 milioni di euro» scrive Liviano nell'interrogazione.
Gran parte di questi, 362, sono stati effettuati nel 2017, altri 126 nel 2016 e 182 quest'anno.
A sorprendere però è che nel triennio il consigliere conta ben 590 affidamenti diretti, pari all'88 per cento di tutti i bandi, per un valore totale di 11,1 milioni di euro e solo la restante parte riguarda invece procedure negoziate, ristrette o aperte. «In molti casi - scrive Liviano - vengono fatti affidamenti diretti anche quando l'importo supera i 40mila euro e non sono indicati sul sito i nomi di soggetti di impresa beneficiari di affidamenti diretti».
Ma in quel documento finisce ancora una volta anche la Protem, società salentina, amministrata da Massimiliano Torricelli, figlio di un ex consigliere comunale di Lecce, Antonio, coinvolto nell'inchiesta giudiziaria sulle case popolari a Lecce e vicino all'assessora regionale alla Cultura, Loredana Capone. La stessa Protem citata anche in un esposto che sempre Liviano ha inviato alla Corte dei Conti per segnalare l'uso eccessivo di affidamenti diretti alle stesse aziende fatto da un'altra società regionale, vale a dire Apulia Film Commission. Proprio la Protem è uno dei nomi di aziende che ricorrono fra i destinatari di bandi e contratti anche per Puglia Promozione. Ma il direttore generale dell'agenzia regionale del turismo, Matteo Minchillo, contesta totalmente le cifre diffuse dal consigliere regionale Liviano: «Effettivamente ci sono stati degli affidamenti diretti ma non nelle dimensioni citate dal consigliere Liviano - replica il dg - Sono pronto a controbattere e a tutelare l'immagine dell'agenzia nelle sedi più opportune». Minchillo per motivare il grande ricorso agli affidamenti diretti cita alcuni esempi, come l'affidamento di Infopoint e servizi per i comuni, o concessionarie esclusive nelle fiere: «Quelli - fa capire il direttore generale - non possono che essere affidamenti diretti obbligatori. L'agenzia ha sempre agito nel rispetto di ciò che consentono le norme sugli appalti pubblici. Gli unici affidamenti diretti "secchi" sono stati solo due e in questi casi l'agenzia ha agito scegliendo gli operatori affidatari per peculiari caratteristiche tecnico-professionali e per garantire termini più rapidi». Una polemica che non finirà qui. Adisu
Le quattro agenzie più importanti Puglia Promozione Arif È un ente strumentale della Regione che opera per l'attuazione delle politiche di promozione turistica locale e dell'immagine della Puglia.
Fino a febbraio del 2017 era commissariata e diretta da Paolo Verri, attuale direttore di Matera 2019. Oggi è guidata da Matteo Minchillo L'agenzia per le attività irrigue e forestali è stata costituita nel 2010, è finalizzata al sostegno dell'agricoltura e alla tutela del patrimonio boschivo. Nel corso dell'ultimo anno, l'agenzia che conta su quasi 1.000 dipendenti, ha svolto anche monitoraggi sulla presenza di xylella in Puglia L'assessora regionale al Turismo, Loredana Capone Aress L'agenzia regionale per il diritto allo studio universitario istituita nel 2007 sostituisce le cinque precedenti Edisu presenti nelle province pugliesi. Fra le sue attività principali, fornisce alloggi, ristorazione e borse di studio agli studenti iscritti alle università pugliesi Nata nel 2017, l'Agenzia regionale strategica per la salute e il sociale sostituisce la vecchia Ares, e ha il compito di affiancare l'assessorato alla sanità attraverso monitoraggi, studi e analisi di tipo tecnico-scientifico per conoscere le richieste di salute dei cittadini pugliesi I punti
1L'abuso di affidamenti Nel dossier messo a punto dal consigliere regionale del gruppo Misto, Gianni Liviano, si punta il dito contro il ricorso eccessivo agli affidamenti diretti fatto da Puglia Promozione 2I numeri Secondo il documento messo a punto da Liviano, dal 2016 a oggi nell'agenzia regionale sono stati effettuati 590 affidamenti diretti, pari all'88 per cento del totale degli affidamenti dati da Puglia Promozione 3La replica "Sono solo due gli affidamenti diretti "secchi" effettuati dall'agenzia in questi anni - ribatte il direttore generale di Puglia Promozione - contro queste accuse ci tuteleremo nelle sedi più opportune"

Foto: Lo strappo Gianni Liviano, consigliere regionale, autore dell'interrogazione e l'esposto riguardante sia Puglia Promozione che la Apulia Film Commission

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore