scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
20/07/2021

Publiacqua, centomila euro per i più fragili

QN - La Nazione

PRATO Dopo il sostegno a cultura, sport e ambiente, e in attesa di quello nei confronti del mondo scolastico, Publiacqua scende in campo anche per il sociale e nello specifico in favore dei soggetti più fragili. In che modo? Mettendo a disposizione 100.000 euro per tutti quegli enti privati senza fine di lucro, cooperative e imprese sociali che presenteranno, entro il prossimo 30 agosto, progetti validi per il bando dal nome «I Care», che prende chiaramente spunto dalla filosofia di don Lorenzo Milani. Un bando voluto fortemente dall'azienda per migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità e affette da malattie degenerative o da patologie che necessitano di cure periodiche o continue, e delle loro famiglie. Le idee che saranno proposte dovranno necessariamente avere una ricaduta diretta sul territorio di uno dei 45 Comuni dove Publiacqua svolge la propria attività, e dovranno inoltre essere finalizzate anche alla promozione della tematica della prevenzione attraverso campagne informative. «Con questo bando sosteniamo iniziative di supporto, cura e assistenza - ha spiegato nella conferenza stampa di presentazione del progetto il presidente di Publiacqua, Lorenzo Perra -. E' un bando a cui teniamo molto perché arriva dopo mesi difficili per tutti. E lo sono stati ancora di più per le persone fragili e per i loro cari. Publiacqua ha cercato da sempre di essere al fianco delle persone in difficoltà. Lo abbiamo fatto storicamente attraverso il rapporto continuo con i servizi sociali dei Comuni, le agevolazioni tariffarie prima e il bonus idrico poi. Oggi - ha insistito Perra - sperimentiamo una nuova strada. Lo facciamo attraverso un bando specifico il cui significato profondo è quello che, a maggior ragione nei momenti di difficoltà, una società civile non può e non deve girarsi dall'altra parte ma stringersi attorno ai più fragili e dimostrarsi comunità». Per cercare di accedere al sostegno da 100.000 euro sarà sufficiente agli interessati compilare correttamente la 'form' presente sul sito internet di Publiacqua. Nei confronti di tutti i soggetti che rientreranno nei requisiti previsti dal bando, sarà erogato un cofinanziamento da parte dell'azienda presieduta da Perra dal valore massimo di 10.000 euro a progetto/soggetto richiedente (un soggetto può essere partner di più iniziative, ma solamente una volta richiedente, ndr). «Non possiamo che vedere con favore questo intervento, così importante, che va incontro ai bisogni reali dei cittadini e che si aggiunge ai tanti servizi in atto destinati a progetti di cura e supporto verso persone con patologie che richiedono assistenza periodica - il commento di Luigi Biancalani, assessore alla salute e alle politiche sociali del Comune di Prato -. Dato che i tempi sono stretti, cercheremo di dare ampia diffusione a questa iniziativa, sperando che vengano fuori almeno una decina di progetti validi». Francesco Bocchini © RIPRODUZIONE RISERVATA