scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
12/06/2021

Protocollo contro le mafie per i lavori sulla Paullese

Il Cittadino di Lodi

LEGALITÀ Ieri alla prefettura di Milano la firma sul documento che prevede controlli costanti e sicurezza
C'è la firma sul protocollo di legalità per la Paullese. In prefettura ieri, alle 17, il vicesindaco della Città metropolitana Arianna Censi e il prefetto di Milano Renato Saccone hanno sottoscritto il documento con i rappresentanti della Gimaco Costruzioni, aggiudicataria dei lavori sulla 415. Il protocollo di legalità della Paullese prevede impegni concreti e introduce vincoli di controllo sulle attività che interesseranno le operazioni per l'ampliamento dell'infrastruttura, rispetto al secondo lotto dei lavori, riguardanti l'appalto già assegnato del primo stralcio (tratto A), tra il ponte sulla Cerca e la rotonda di Zelo-Paullo. «È una grande opera - afferma il prefetto Saccone -: merita controlli funzionali alla legalità e alla sicurezza. La sicurezza a tutto tondo, il rispetto delle norme sugli appalti, il rispetto delle normative antimafia, il rispetto dei contratti collettivi nazionali di lavoro. Lo facciamo in un clima di grande collaborazione con la firma di questo protocollo che è un modello che ha pagato molto, soprattutto con Expo e anche con altre grandi opere». «Ritengo un passaggio importante la firma del protocollo di legalità tra la prefettura e la Città metropolitana per gli interventi sulla Paullese - aggiunge il vicesindaco metropolitano Censi -: questo accordo ribadisce la volontà del nostro ente di operare nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza e legalità nei lavori pubblici nell'ambito delle infrastrutture stradali». n E. C.

Foto: Ieri la firma tra il prefetto Saccone e Arianna Censi di Città metropolitana