scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
22/06/2021

Protesta ieri mattina sul ponte Genova, con il tra…

Il Tirreno

Protesta ieri mattina sul ponte Genova, con il traffico temporaneamente interrotto dopo la morte a Novara di Adil Belakhdim, coordinatore provinciale del sindacato Si Cobas, 37 anni e due figli adolescenti, travolto da un camion ieri mattina nel corso di una manifestazione dei lavoratori nell'area logistica di Biandrate, a pochi chilometri dalla città piemontese. «La protesta - spiegano i sindacalisti dell'Usb, come si può vedere nella foto di Daniele Stefanini/Silvi - è stata organizzata anche per ribadire, una volta per tutte, che il sistema degli appalti nella logistica deve essere cancellato. Anche a Livorno appalti e subappalti la fanno da padrone. Nei piazzali ci sono lavoratori che fanno anche 12-13 ore consecutive al giorno per paghe da fame. Nessuna applicazione del contratto nazionale di riferimento. Niente pause e niente straordinari pagati. Lavoro precario e a chiamata. Nel 2016 un facchino e delegato Usb venne ucciso con le stesse modalità in un magazzino di Piacenza. Questa è la risposta delle multinazionali e dei padroni della logistica alle lotte messe in campo nel settore. Lavoratori e attivisti Usb hanno deciso di mettere in campo un momento simbolico di protesta nell'immediato bloccando per alcuni minuti il ponte Genova nei pressi della zona industriale-portuale e di fronte ai piazzali della Bertani. Sono stati distribuiti centinaia di volantini che hanno raccolto l'interesse e la solidarietà dei presenti. Nei prossimi giorni decideremo, insieme al l'organizzazione nazionale, quali altre iniziative mettere in campo». --ALTRI SERVIZI A PAG. 2-3