scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
11/03/2021

Protesta contro la «Tundo» Trasporto disabili verso la serrata

La Gazzetta Del Mezzogiorno

I sindacati di categoria della funzione pubblica e dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil di Taranto si dicono sono pronti «alla serrata e alla sospensione del servizio di trasporto per disabili ad oltranza», definendo «inaccettabile» la situazione dei lavoratori della società Tundo, che si occupa del servizio in appalto con la Asl. Gli operatori, spiegano i sindacati, lamentano «stipendi non pagati, scarsa sicurezza sul lavoro, illegittima attivazione degli ammortizzatori sociali, assenza di relazioni sindacali. Dopo aver portato la vicenda all'attenzione della III Commissione sanità della Regione Puglia, abbiamo chiesto al direttore generale dell'Asl Stefano Rossi la revoca dell'appalto, ma allo stato attuale nulla è cambiato». Nonostante siano state «inviate decine e decine di segnalazioni e denunce - insistono i sindacati di categoria - nessuna risposta è arrivata ed è incomprensibile il silenzio da parte delle istituzioni, che rischia di mettere a rischio un servizio importantissimo per persone fragili che mai come in questo momento abbiamo il dovere di tutelate al massimo». I sindacati riferiscono di aver segnalato al Nucleo Ispettorato del Lavoro dei Carabinieri «l'illegittima attivazione degli ammortizzatori sociali da parte della Tundo spa, in quanto non si è verificata alcuna contrazione del servizio o riduzione del volume di attività». Si chiede ora un "intervento diretto da parte del Prefetto, quale garante del sistema degli appalti nella Provincia di Taranto. In assenza di risoluzione delle criticità - viene annunciato - sospenderemo il servizio ad oltranza».