scarica l'app
MENU
Chiudi
18/12/2018

Progetti e lavori per 47 milioni di euro

Il Centro

l'attività edilizia dell'ente
Lo Zooprofilattico vale 47 milioni di lavori pubblici, in parte già fatti, buona parte da fare. Sia Mattioli che la presidente dell'istituto, Manola di Pasquale - ma in un altro momento visto che non ha partecipato alla conferenza stampa per motivi di lavoro - tra gli interventi avviati nel 2018 e relativi alla sede centrale, spicca l'affidamento dei lavori per il nuovo reparto produzione e confezionamento vaccini e diagnostici batterici (nell'ex mattatoio) pari a 2,5 milioni. E poi ci sono i fondi del Masterplan. Si parte dai 17 milioni per i laboratori a Colleatterrato: a giugno c'è stato il bando e ora si sta facendo la valutazione tecnica delle 25 domande. A breve Mattioli prevede l'affidamento di progettazione esecutiva e lavori. A questo si sommano 2,5 milioni per gli stabulari dei piccoli animali, sempre a Colleatterrato, con 2,5 milioni: è in pubblicazione il bando per l'affidamento dei lavori. C'è poi la ristrutturazione degli spazi dell'area della sede centrale, area ex mattatoio, per la realizzazione di laboratori, con 7,5 milioni: è in pubblicazione il bando per l'affidamento della progettazione esecutiva. È in fase avanzata di elaborazione un progetto per una nuova struttura da realizzare in Campo Boario da dedicare al "datacenter", che potrebbe essere realizzato nell'area del ex mercato ortofrutticolo. «Stiamo cercando di rifinalizzare altri 12 milioni di euro: sul progetto c'è un accordo di programma inserito in un foglio di piano regolatore che prevede aumenti di cubature sull'ex mercato coperto», ricorda Di Pasquale, «noi ovviamente preferiamo investirli su Teramo, seguendo il ragionamento fatto quando abbiamo deciso di non spostare la sede centrale. Se non sarà possibile dovremo prendere altre decisioni».