scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
07/05/2021

Professioni ordinistiche, contributi per i tirocini

Il Sole 24 Ore

SPAZIO PROFESSIONISTI A CURA DI CONFPROFESSIONI
Persegue l'obiettivo specifico di aumentare l'occupazione dei giovani il contributo previsto dalla Regione Toscana per i tirocini delle professioni ordinistiche. Il bando favorisce l'accesso a queste professioni da parte dei giovani, promuovendo l'attivazione sia di tirocini obbligatori e sia di quelli non obbligatori, secondo quanto previsto nel protocollo e negli accordi specifici. Il bando rientra nel quadro di Giovanisì, progetto della Regione per l'autonomia dei giovani. I tirocini, obbligatori e non obbligatori, devono essere finalizzati all'accesso alle professioni ordinistiche e i tirocinanti devono essere utilizzati solo per funzioni che rispettino gli obiettivo formativi del tirocinio. L'avviso ora attivo costituisce la continuazione di un precedente avviso del 2016, da cui si distingue soprattutto per la maggior durata del periodo rimborsabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

IN SINTESI

Programma

Por Fse 2014-2020

Titolo

Contributo regionale ai tirocini obbligatori e non obbligatori delle professioni ordinistiche

Istituzione responsabile

Regione Toscana

Scadenza

Presentazione delle domande a sportello (fino esaurimento delle risorse). La domanda può essere presentata a partire dal 15° giorno antecedente e non oltre l'inizio del periodo rimborsabile

Dotazione finanziaria

1.500.000 euro

Dimensione contributo

Contributo regionale mensile, a copertura totale o parziale dell'indennità corrisposta dal soggetto ospitante pari ad almeno 500 € lordi mensili: 300 € per giovani nella fascia di età 18-29 anni; 500 € per i giovani disabili o svantaggiati, nella fascia di età 18-29 anni. La domanda di erogazione del contributo deve essere presentata al termine del tirocinio

Beneficiari

Professionisti, studi professionali o altri soggetti privati o enti pubblici presso cui vengono svolti i tirocini, con sede in Toscana e appartenenti ai 19 ordini e associazioni professionali firmatari di due accordi con la Regione. I tirocinanti devono essere giovani di età compresa tra 18 e 29 anni

Durata

Limite massimo di 18 mesi di durata del periodo rimborsabile, minimo 2 mesi