scarica l'app
MENU
Chiudi
01/12/2019

Premiata la mensa bio a scuola L’assegno diviso con le famiglie

La Provincia Pavese - Stefania Prato

Vinto bando statale da 24mila euro che diventano rimborsi tra i 100 e i 150 euro La sindaca Domizia Clensi: «L'obiettivo è garantire un'alimentazione sana» travacò
TRAVACÒ. È sempre più green il Comune di Travacò. Che riesce infatti ad accaparrarsi circa 24mila euro, vincendo un bando statale destinato alle mense biologiche. Solo sette i centri che in Lombardia sono stati premiati per offrire un servizio di ristorazione scolastica bio e certificato. Un riconoscimento che consentirà di rimborsare alle famiglie tra i 100 e i 150 euro, stando alla stima effettuata dagli uffici comunali. Infatti l'80%, di questo fondo da 24mila euro, dovrà essere restituito ai genitori, in modo da ridurre i costi a carico degli studenti, mentre il rimanente 20% sarà utilizzato per realizzare iniziative di formazione e sensibilizzazione sull'importanza del mangiar sano. Il bando si riferisce all'anno scolastico 2017-2018, quando a gestire il servizio era la Cir Food. Sono complessivamente 200 i bambini che frequentano materna ed elementare, circa 80 i centesimi che saranno restituiti alle famiglie sul costo del singolo buono pasto. Che era di 5,30 euro per i bimbi dell'infanzia e di 5,10 euro per gli alunni della primaria. l'obiettivo«L'obiettivo è quello di garantire un'alimentazione sana - spiega il sindaco Domizia Clensi - Da anni l'amministrazione si muove nella direzione di promuovere ed educare a modelli agroalimentari più sostenibili. Perché l'attenzione al benessere dei nostri bambini è sempre stata una delle priorità». Un fondo, quello messo a disposizione dallo Stato e poi affidato alle Regioni, che intende agevolare i Comuni, rendendo più accessibile il servizio. Servizio che, a Travacò, ha garantito l'utilizzo di prodotti biologici. Frutta, verdura, pane, legumi, cereali, pasta, riso, olio, aceto, yogurt. Oltre a carne e pesce «di elevata qualità», assicura Clensi, ricordando che è stato vinto anche il bando 2018-2019. «Non ci è stato comunicato l'importo, il finanziamento verrà aggiudicato il prossimo anno sia a Travacò che a San Martino, centro con cui abbiamo condiviso il nuovo appalto mensa, vinto dalla Serist - spiega il sindaco - I conti verranno fatti sul costo del nuovo buono pasto che ora è di 5 euro».Il prossimo passo, fa sapere il primo cittadino, è quello di diventare Comune plastic free. «Siamo già a buon punto», assicura Clensi, sottolineando che Travacò è «città slow» e che, in primavera, aveva ottenuto un riconoscimento internazionale per le politiche ambientali. Nelle mense, è già stata bandita la plastica e sono stati installati distributori d'acqua. Intanto è stata avviata la procedura per avviare i rimborsi. «Ringrazio la signora Giovanna Bailo, responsabile del servizio scolastico, che ha preparato tutta la documentazione». --Stefania Prato