scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
07/11/2020

Portineria nelle sedi comunali: 13 imprese in gara per l’appalto

Il Piccolo di Trieste - Massimo Greco

Ben 10 le offerte da fuori regione. In ballo quasi un milione per tre anni: coinvolte le sedi di piazza Unità, largo Granatieri, via Mazzini, via Genova e passo Costanzi il servizio di guardiania
Massimo GrecoTredici come i nostri cavalieri nella disfida di Barletta. Un numero quasi proverbiale. Tredici offerte che verranno misurate da una commissione incaricata di valutare quale sarà la proposta più idonea a garantire un servizio di portineria "evoluto" nelle sedi comunali in piazza Unità, in largo Granatieri, a passo Costanzi, in via Mazzini, in via Genova. Richiesto un servizio di tre anni, più l'opzione per un altro triennio. In cambio il Municipio impegna, Iva compresa, 936.728,59 euro.Parterre affollato. Ad aver recapitato la propria candidatura sono le seguenti ditte: Csa Security srl (Verona), Global investigation service (Roma), Gruppo servizi associati (Roma), Idealservice coop (Pasian di Prato Udine), La.Se. coop (Trieste), La Fortezza (San Giovanni Lupatoto Verona), Pegaso Security srl (Bitritto Bari), Raiders srl (Venezia), Rear coop (Torino), Siagroup scarl (Milano), Sicuritalia group service scpa (Como), Siglob (Martinsicuro, Teramo), raggruppamento temporaneo composto da Vedetta 2 Mondialpol spa (Como) e da Sts srl (Trieste). Un numero di offerte piuttosto alto e geograficamente assortito: tre venete, tre giulio-friulane (di cui una in "rti"), tre lombarde (di cui una in "rti"), due laziali, un'abruzzese, una piemontese. Quasi a significare che c'è fame di lavoro e che le aziende marcano stretti gli albi pretorii pubblici a caccia di appalti.Ma quando vedremo all'opera il servizio "evoluto"? «Normalmente - replica Riccardo Vatta, dirigente di gare & appalti -, conclusi i lavori della commissione, l'aggiudicazione avviene nell'arco del mese successivo. Ma molto dipenderà da come e con quale intensità potranno lavorare i commissari a causa della "blindatura" imposta dalle misure anti-Covid».L'appaltatrice uscente è la cooperativa friulana Idealservice, che ha impegnato 13 addetti. La loro paga ammonta in media a 1200 euro. Lorenzo Bandelli, responsabile dei servizi generali comunali, non vuole un presidio statico delle guardanìe, ma, soprattutto nell'irrisolta emergenza sanitaria, sollecita un "front desk", in grado di orientare e di informare il cittadino che si avventura nei civici palazzi.Il dossier portinerie è, per una ragione o per un'altra, da oltre due anni alla costante attenzione della burocrazia municipale. Nell'estate 2018 la gara, indetta dal predecessore di Bandelli Walter Cossutta, venne congelata, perchè Sorveglianza la impugnò, avendo sostenuto che l'appalto regionale (di cui la stessa Sorveglianza era gerente) era bastante a coprire le esigenze comunali. La spuntò al Consiglio di Stato. Poi la Regione ha mutato orientamento ed ecco riapparire la gara a cura del Municipio. --© RIPRODUZIONE RISERVATA