scarica l'app
MENU
Chiudi
09/08/2019

Ponte di Calderà La “Ricciardello” diffida il Comune

Gazzetta del Sud

Dopo la sentenza del Tar
I giudici hanno riconosciuto chel' appalto va assegnato all' impresa di Brolo
BA RCEL LONA L' antefattoè la sentenza del Tar che ha ribaltato in favore della" Ricciardello costruzioni srl" di Brolo l'esito della gara per la ricostruzione del ponte di Calderà, crollato nell'alluvione del 22 novembre 2011. Ora, per evitare che la procedura di affidamento dell'appalto per la ricostruzione del manufatto subisca ancora una volta una situazione di " st allo", la"Ri ccia rdello" ha diffidato il Comune di Barcellonaa procedere all'assegnazione dell'appalto entro il termine massimo di 10 giorni. Il rischio paventato dalla" Ricciardello costruzioni" appare concreto in quanto potrebbero riemergere le stesse situazioni di contrasto già vissute nella precedente fase di assegnazione dell'appalto, che hanno avuto come protagonista il Rup della Città metropolitana, ing. Armando Cappadonia,a cui spetta l'obbligo di predisporre la proposta di determina di assegnazione dell'appalto che dovrà poi essere sottoscritta dal dirigente del VI Settore tecnico, ing. Gaetano Schirò, nella qualità di responsabile della Centrale unica di committenza che ha indetto la gara d'appalto. Edè per questo che l'avv. Natale Bonfiglio, che ha avuto accolte tutte le richieste avanzate dinanzi al Tar, ha scritto una lettera di diffida in nomee per conto della"Ri ccia rdello Costruzioni srl", in persona del legale rappresentante pro tempore Rosaria Ricciardello, rivolta al sindaco pro tempore del Comune di Barcellona. Nella lettera si dà atto ancora una volta che, nell'udienza del2 luglio 2019 con sentenza depositata il successivo 30 luglioe notificata al Comune lo scorso2 agosto, il Tar di Catania «ha accolto in pieno il ricorso promosso dalla stessa azienda tendente all' annullamento dell' aggiudicazione disposta in favore dell' associazione temporanea di imprese capeggiata da Preve Costruzioni srl ed alla consequenziale aggiudicazione dell' appalto in favore della stessa Riccardello». Premesso ciò, l'avv. Natale Bonfiglio ha invitato il Comune di Barcellona, in persona del sindaco pro tempore, «a dare immediata ottemperanza alla sentenza del Tar n. 1942/2019 aggiudicando la gara alla " Ricciardello costruzioni srl" con la quale dovrà essere stipulato il consequenziale contratto di appalto». L' avvocato che ha messo in mora il legale rappresentante del Comune di Barcellona ha ricordato che «trascorsi dieci giorni dalla presente (le letteraè stata inviata lo scorso6 agosto per posta elettronica certificata ndr ), sarà promosso giudizio di ottemperanza dinanzi al Tar». Infatti la" Ricciardello costruzioni" potrebbe rivolgersi già dalla prossima settimana ai giudici del Tar perché diano esecuzione alla sentenza attraverso la nomina di un commissario ad acta che si sostituisca all'apparato amministrativo del Comune di Barcellonae della Città metropolitana di Messina, per l'adozione degli atti necessari all'assegnazione dell'appalto alla Ricciardello. l .o.

Foto: Dieci giorni di tempo Tanti ne ha datil' impresa al Comune per la firma del contratto