scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/10/2021

Polo sanitario, maxi appalto Serve subito un aiuto legale

QN - La Nazione

MONTESPERTOLI La giunta di Montespertoli, guidata dal sindaco Alessio Mugnaini, ha deciso di affidarsi a un noto studio per il servizio di supporto legale al responsabile unico del procedimento (nella fase pre-contenzioso) relativamente alla procedura per l'appalto integrato della progettazione esecutiva e dei lavori di realizzazione del nuovo polo della salute. Com'è noto, si tratta del piano, dal valore di 4 milioni di euro, di costruzione del nuovo distretto sanitario alla periferia nord del paese. Nel provvedimento, si spiega che una delle ditte partecipanti alla gara ha presentato una richiesta di annullamento in autotutela degli atti della gara stessa. Con il supporto di un avvocato, il Comune conta di poter procedere con questa maxi-operazione che è vitale per il futuro di Montespertoli, analogamente a quella 'parallela' della realizzazione del nuovo polo scolastico. Entrambi i distretti - sanità e scuola - si troverebbero poi quasi fianco a fianco. Adesso siamo alla fase definitiva delle carte e, appunto, alle disposizioni per gli appalti. Giusto per dare l'idea dell'importanza, merita riassumere i termini dell'accordo tra Comune e Usl Toscana Centro: si tratterà di un polo accentrato sul territorio per la presa in carico di servizi sanitari e sociali per i cittadini. La struttura sarà suddivisa in due aree distinte: Area «A», da realizzare sul terreno dell'Azienda Usl Toscana Centro, da utilizzare per l'integrazione dei servizi socio sanitari; Area «B», da realizzare sul terreno del Comune di Montespertoli, dedicata a sede operativa del servizio di trasporto sanitario servizio territoriale di emergenza-urgenza. In generale, in questa struttura polifunzionale verrà radunato tutto quanto a Montespertoli riguarda i settori sanitario, sociale, soccorso, ambulatori. Servizi oggi sparsi in varie parti del paese. Sempre sulla scorta dell'accordo dello scorso anno, il costo complessivo dell'intervento per la realizzazione del nuovo polo della salute è pari a 4 milioni di euro, circa 2,2 a carico del Comune e circa 1,7 a carico della Usl. Il Comune, spiega la giunta, ha preso atto «che una delle ditte partecipanti alla gara ha presentato una richiesta di annullamento in autotutela degli atti di gara». E che «il supporto tecnico-legale specialistico, nel caso di gestione di appalti pubblici connotati da complessità, appare sempre più necessario e fondamentale, al fine di non esporre la pubblica amministrazione a rischi concreti di natura giudiziale ed eventualmente risarcitoria». E questo per la 'capitale' del Chianti è appalto si può dire epocale. Andrea Ciappi © RIPRODUZIONE RISERVATA