scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
18/09/2021

PNRR Istruzioni per l’uso

ItaliaOggi

PNRR Istruzioni per l'uso a pag. 25 Le isole minori del Paese avranno la banda ultralarga, grazie anche al finanziamento del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Il via libera alla realizzazione di interventi infrastrutturali che puntano a favorire la diffusione della connettività nelle isole minori delle regioni Lazio, Puglia, Sicilia, Toscana e Sardegna ha ottenuto è stato concesso dal Ministero dello sviluppo economico con il decreto 22 giugno 2021 (in Gazzetta Ufficiale n. 219 del 13 settembre 2021, con cui sono stati stanziati 60.500.000 euro (comprensivi di Iva) per l'esecuzione delle opere (affidate ad Infratel Italia spa). Il «Piano isole minori» è un intervento volto a dotare le isole minori di un backhaul ottico abilitante lo sviluppo della banda ultralarga, l'incremento della copertura delle reti radiomobili, assicurando anche l'evoluzione verso i servizi 5G. Gli interventi sono finanziati in prima istanza a valere sulle risorse del Fondo di coesione sociale relative al periodo di programmazione 2014-2020, che potranno essere utilizzate a titolo di anticipo rispetto al finanziamento a carico del Pnrr definitivamente approvato. Gli obiettivi di connettività previsti dal Mise dovranno essere realizzati a favore delle seguenti Isole minori con collegamenti inadeguati allo sviluppo della banda ultralarga: Capraia, Levanzo, Marettimo, Stromboli, Alicudi, Panarea, Filicudi, Salina, Lampedusa, Linosa, Pantelleria, Ustica, Ponza, Ventotene, Santo Stefano, San Pietro, Asinara, San Domino, San Nicola. Poiché l'intervento non supera la soglia di 70 milioni di euro rientra nella disciplina del regolamento (UE) n. 651/2014 del 17 giugno 2014 che definisce alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del Tfue. Per la realizzazione delle infrastrutture previste dal Piano saranno indette procedure di gara, in conformità alle disposizioni del dlgs n. 50/2016 (Codice degli appalti), per la fornitura in opera di reti in fibra ottica sottomarine, comprensive dei relativi approdi e dei collegamenti alle dorsali ottiche già presenti sulla terraferma.