scarica l'app
MENU
Chiudi
21/04/2020

PLOAGHEL’Unione dei comuni del Coros gode di ottim…

La Nuova Sardegna

PLOAGHEL'Unione dei comuni del Coros gode di ottima salute. È questo un primo bilancio che emerge dalla proposta di delibera numero 23 del 14 aprile 2020 passata al vaglio della Giunta comunale, nella quale vengono passati al setaccio, controllati e approvati i residui attivi e passivi dell'ente sovracomunale, attraverso i quali è possibile stabilire la salubrità dell'amministrazione. Un atto propedeutico e dovuto, come da normativa, che dovrà ora essere approvato in una fase successiva dall'assemblea dei sindaci. Nonostante il taglio effettuato dalla Giunta regionale di circa 160 mila euro rispetto all'anno precedente, il lavoro dell'Unione dei Comuni del Coros ha mantenuto l'equilibrio di bilancio, facendo un uso oculato delle risorse e garantendo i servizi per la quale è stata delegata dai comuni che vi fanno capo. L'assemblea dei sindaci sarà dunque chiamata a certificare il buon lavoro svolto sinora, vede in essere e mette in cantiere tutta una serie di progetti e gare d'appalto congelate dalla situazione d'emergenza causata dalla pandemia ma che riprenderanno appena ci sarà il via libera da parte del governo. Il conto consuntivo che si andrà ad approvare consente di accertare le azioni di buon governo, nell'ottica di una programmazione futura sia dei progetti che delle gare d'appalto.«Nonostante il taglio subito dalla Regione siamo riusciti a tenere in ordine il nostro bilancio - spiega il presidente dell'Unione del Coros e sindaco di Ploaghe Carlo Sotgiu - garantendo comunque tutti i servizi destinati ai comuni. Speriamo, per il futuro, che non sopravvengano ulteriori tagli e che le somme destinate all'Unione da parte della Regione siano comunicate in tempi più consoni alle nostre esigenze e non a fine anno come è capitato purtroppo nel 2019». «Ad ogni modo - conclude Sotgiu - l'Unione del Coros ha garantito, pure in questa grave situazione di emergenza, un supporto adeguato alle sue comunità grazie ad una serie di investimenti sul fronte dei dispositivi di protezione individuale e grazie ad altre iniziative finalizzate a contrastare la crisi sanitaria». Anche in questo frangente, assolutamente nuovo e inaspettato per tutti, è emerso insomma che insieme si può fare decisamente di più e che l'unione fa veramente la forza.Mauro Tedde